Villarosa – Denunciato un giovane per coltivazione di due piantine di marijuana

[COMUNICATO STAMPA] Vengono notati nel suo balcone due vasi, contenenti delle piante, ma stranamente coperti da una sedia ed altri oggetti; controllata l’abitazione dalla polizia vengono rinvenute delle piantine di marijuana in fase di crescita: villarosano denunciato”. Nei giorni scorsi, nell’ambito dell’implementazione dei servizi di controllo del territorio e di contrasto al mercato illecito degli stupefacenti – disposta dal Sig. Questore della Provincia di Enna, dott. Enrico De Simone – gli uomini della Squadra Mobile di Enna, diretti dal Vice Questore Aggiunto dott. Gabriele Presti hanno denunciato, per coltivazione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un giovane, P. S., classe 1982, trovato in possesso di due piantine di marijuana, della lunghezza di alcune decine di centimetri, il tutto rinvenuto all’interno del balcone del suo appartamento, ubicato nella periferia di Villarosa.

I FATTI In particolare, nell’ambito di preordinati servizi volti alla prevenzione e repressione dei reati in materia di traffico illecito di sostanze stupefacenti, i poliziotti, nella mattinata in argomento, in Villarosa, avendo notato in un balcone due vasi contenenti delle piante, stranamente coperti da una sedia, procedevano alla perquisizione dell’abitazione dell’odierno indagato, sita in Contrada Zotta Caldaia. Appena iniziata l’attività di polizia giudiziaria il P. S. spontaneamente indicava un angolo del balcone del vano cucina, delimitato da una rete del tipo da giardinaggio, dove aveva in coltura, in due piccoli vasi di plastica, due piantine di marijuana. Le due piante, pertanto, venivano estirpate dai poliziotti, risultando entrambe della lunghezza di alcune decine di centimetri. In relazione a quanto accertato dai poliziotti ennesi, l’uomo veniva deferito, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, per l’indicato reato di coltivazione di piante da cui si ricava sostanza stupefacente al fine di spaccio.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati