VIDEOCAMERE PER PROTEGGERE IL PALAZZO DI GIUSTIZIA DI ENNA

Si è riunito in questa mattina su convocazione del Prefetto di Enna dott.ssa Giuliana Perrotta, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla presenza del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Enna, dott. Calogero Ferrotti, al fine di un aggiornamento delle problematiche connesse alla sicurezza del Palazzo di Giustizia che erano già state oggetto d’analisi e di intesa nel corso di una precedente riunione tenutasi lo scorso 8 febbraio. In particolare, dando seguito ai predetti accordi, raggiunti di concerto con le Forze dell’Ordine, il Sindaco di Enna ha comunicato che sarà consegnato nei prossimi giorni un impianto di videosorveglianza, dotato di telecamere posizionate nei punti strategici dello stabile e collegate ad un monitor vigilato da personale della Polizia Municipale. Nell’occasione, il Comitato ha delineato un progetto di implementazione del predetto impianto, al fine di assicurare in tempi brevi una linea di collegamento con le sale operative delle Forze dell’Ordine. Il Prefetto ha evidenziato come, finalmente, il Palazzo di Giustizia, privo dalla sua costituzione di qualsiasi misura di sicurezza, sarà dotato, in attesa di maggiori finanziamenti, di un sistema di difesa passiva che entrerà in funzione dalla prossima settimana, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’Auditorium dedicato ai giudici Falcone e Borsellino. Pertanto, è stato manifestato apprezzamento per la tempestività con cui il Sindaco ha ottemperato agli impegni presi lo scorso febbraio

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati