VELOCITA’ SPEDITA PER L’ORGANIZZAZIONE DEL RIENTRO DELLA VENERE DI MORGANTINA

L’assessoreregionale per i Beni Culturali e per l’Identità siciliana, Gaetano Armao, il Sindaco di Aidone, Filippo Gangi, e il Presidente della Provincia di Enna, Giuseppe Monaco hanno messo a punto operativamente la tappa fondamentale di avvicinamento al grande evento del rientro della statua di culto “Afrodite”, comunemente nota come Venere di Morgantina. Lo hanno fatto in un incontro operativo nella giornata di venerdì 23 aprile 2010. Le risorse, di imminente disponibilità, reperite dall’assessore Armao, ammontano complessivamente a circa 2 milioni di euro. Saranno impiegate per il recupero e l’allestimento della chiesa di San Domenico e per la sistemazione del percorso turistico dal Museo Archeologico di Aidone a San Domenico, sulla base di progetti, escluso quello sull’allestimento, che il Comune di Aidone renderà disponibili con l’essenziale supporto dell’Università di Enna – Kore, che subito predisporrà i preliminari studi di fattibilità, completi dei relativi quadri economici.
Contemporaneamente, il Sindaco di Aidone, Filippo Gangi, chiederà al Prefetto di Enna, Giuliana Perrotta, di poter dare corso alla stipula del contratto di “comodato d’uso” della chiesa sconsacrata di San Domenico, per averne in tempi rapidi la completa disponibilità. Il Presidente della Provincia, Giuseppe Monaco, darà ogni impulso per quanto attiene alla viabilità. L’Assessore Armao, da parte sua, si è gia attivato per bandire un concorso di idee riguardante l’allestimento, che riveste una riconosciuta e fondamentale importanza in tutta la progettazione. Sicuramente non mancherà il contributo fattivo della Soprintendente di Enna per le competenze esercitate. Da venerdì 23 aprile è ufficialmente incominciata la corsa contro il tempo, ma i player in campo vanno tutti nella stessa direzione, con l’unico obiettivo di assicurareil rientro ad Aidone della famosissima “Afrodite”. “L’incontro di venerdì 23 aprile con l’assessore Armao e il Presidente della Provincia è stato di fondamentale importanza perché prettamente operativo – ha detto il sindaco di Aidone Filippo Gangi – ed è l’ulteriore conferma che le istituzioni, in questo caso Regione, Comune di Aidone e Provincia, ma anche Soprintendenza ai beni Culturali e Università Kore lavorano in grande sinergia e marciano tutte in direzione di fare del rientro della Venere ad Aidone un grande evento culturale turistico per tutta la Sicilia”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati