UN ARRESTO A BARRAFRANCA DEI CARABINIERI DEL COMANDO DI PIAZZA ARMERINA PER ESTORSIONE

I Carabinieri della Stazione di Barrafranca, al Comando del Luogotentente Giordano Epifanio, in collaborazione con i colleghi della vicina Stazione di Mazzarino , hanno tratto in arresto per i reati di tentata estorsione aggravata e tentata rapina , C.A. di anni 34, venditore ambulante, originario di Barrafranca. Lunedì scorso l’arrestato si era recato a Mazzarino e si era presentato ad un suo vecchio conoscente, venditore di ricambi d’auto puntandogli contro una pistola e richiedendogli il pagamento di una somma di 2.000 Euro. Dopo questo gesto l’autore si è allontanato ed il commerciante, ancora sbalordito dell’ incredibile richiesta effettuata con un’ arma da un soggetto da lui conosciuto da molti anni, ha immediatamente avvisato i Carabinieri del luogo e quelli di Barrafranca, segnalando che lo stesso si era allontanato a bordo del suo fuoristrada. Il dispositivo di ricerca effettuato dai due Comandi dei Carabinieri sul territorio dava i suoi frutti a Barrafranca dove una pattuglia della locale Stazione lo intercettava, bloccandolo e conducendolo in Caserma. Una perquisizione condotta sull’autovettura permetteva ai militari operanti di rinvenire e sequestrare, nascosta nel vano portaoggetti, una pistola giocattolo, in ferro e priva di tappo rosso, assolutamente identica a quelle in uso alle forze di polizia. Giunto in Caserma l’ambulante, fino ad oggi incensurato, non riusciva a dare contezza di quanto aveva commesso, apparendo anche in stato un po’ confusionale, motivo per il quale si rendeva necessario anche il preventivo controllo del suo stato di salute presso l’Ospedale di Caltanissetta.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati