TURISMO:STRANO, ECCO UN BILANCIO DELLA NOSTRA PRESENZA ALLA BIT

PALERMO, 22 feb 2010 (SICILIAE) – Questo il bilancio complessivo della presenza della Regione alla Bit, come e’ stato chiesto da maggioranza e opposizione, e che e’ stato predisposto dagli uffici: Alla Fiera di Milano per lo spazio espositivo di 1.239 mq e’ stata corrisposta per il 2010 la somma di 226 mila euro + iva.L’8 febbraio 2008, dopo una gara ad evidenza pubblica per la progettazione e l’allestimento dello stand per gli anni 2008, 2009 e 2010, il raggruppamento di imprese “Gruppo Gamma-Sikelia iniziative” si e’ aggiudicata la gara per 530 mila euro + iva l’anno. Dopo lo svolgimento dell’edizione 2008 e’ avvenuto l’annullamento dell’aggiudicazione e lo scorrimento della graduatoria con il raggruppamento “Studio Ega, Sdi international, Gruppo Moccia” per un importo di 495 mila euro + iva l’anno per il 2009 e il 2010. Nella cifra sono compresi tutti i servizi per il funzionamento dello stand (hostess, personale per gestione tecnica, ecc).Nell’ufficio stampa dello stand, oltre ai giornalisti siciliani si sono accreditati giornalisti di 20 testate nazionali del settore turistico, e numerosi media, da Rete 4 alla Tv russa, hanno ripreso il nostro stand.Sono stati 93 i tour operator siciliani che si sono accreditati alla Bit per propagandare i loro pacchetti, versando ciascuno la somma di 240 euro, e hanno complessivamente avuto modo di incontrare ben 270 buyers (operatori della domanda) sui quasi 500 presenti in tutta la Bit, in molte occasioni proprio nello spazio workshop appositamente allestito per la prima volta nello nostro stand, buyers che si sono detti interessati al prodotto siciliano.E sabato e domenica, unici giorni aperti al pubblico, migliaia di lombardi hanno visitato lo stand della Sicilia.Le cifre indicate riguardano soltanto lo stand della Regione siciliana che, oltre a portare per la prima volta un’offerta coordinata dei diversi dipartimenti della Regione, ha presentato proposte nuove come il turismo sanitario, il Circuito del Mito o la carta dei diritti del turista, oggetto d’attenzione in ambito della stessa Conferenza Stato-Regioni del settore. Non si e’ in grado di quantificare quanto stanziato dalle sette province regionali (escluso Enna e Agrigento) presenti alla Bit con proprio stand, cosi come dai diversi comuni siciliani, e questo nonostante l’assessore in una apposita riunione convocata (cui si e’ presentato solo il presidente della provincia di Messina) fosse stata chiesta una rappresentazione unitaria del sistema turistico siciliano. Abbiamo dato in ogni caso la possibilita’ alle istituzioni locali di presentare eventi e svolgere conferenze stampa nell’apposito ampio spazio allestito dall’assessorato.Alla Bit e’ stato anche presentato un portale che unisce l’offerta complessiva, sia turistica che ricettiva, dei siti Unesco, da Caltagirone, a Noto, alle Eolie, a Siracusa”. “Nei prossimi giorni – ha concluso l’assessore – mi confrontero’ con il presidente Lombardo, che ringrazio per il riconoscimento datomi, per valutare al meglio la nuova programmazione”.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati