Stabile il numero delle imprese (+5) nel primo trimestre 2010

Con più 5 imprese ( 316 iscrizioni e 311 cancellazioni), si chiude positivamente l’anagrafe del registro imprese presso la Camera di Commercio di Enna del primo trimestre del 2010.   Adifferenza del primo trimestre del 2009 che aveva visto una diminuzione dell’albo di 66 imprese, il primo trimestre di quest’anno registra una sostanziale tenuta con più 5. Da considerare che la Sicilia chiude il trimestre con un saldo negativo di 1.237 e che Enna insieme a Ragusa sono le uniche due province siciliane a non perdere imprese.   Si attesta quindi a quota 15.954 il totale delle impreseiscritte al Registro di Enna così suddivise per natura giuridica: Imprese individuali 12.419 – Società di capitali 1.407 – Società di persone 1.220 – Altre forme 908.   Analizzando i dati più nello specifico, al fine di studiarne le dinamiche all’interno dei vari comparti dell’economia e le relative modifiche rispetto alle forme giuridiche delle imprese, si evidenzia nel primo trimestre una saldo negativo dell’artigianato con – 37 , delle costruzioni con – 17 ,dell’agricoltura con – 11 e delle attività manifatturiere con – 11. Mentre una leggera crescita dopo un lungo periodo negativo si ha nel commercio con + 12.   La stragrande maggioranza delle imprese cancellate, 270 pari all’85% su 311 sono imprese individuali, mentre 22 sono le società di persone e 13le società di capitali. Il dato complessivo sulla natura giuridica delle imprese evidenzia un aumento delle società di capitali con più 34 ed una diminuzione delle imprese individuali meno 34.   Il primo trimestre del 2010 si chiude sostanzialmente stabile, dichiara il Presidente della Camera di Commercio Liborio Gulino, si conferma la tenuta del sistema imprenditoriale ennese che non risulta travolto dalla crisi e che non ha rinunciato a proseguire la propria attività, pur in presenza di un contesto scoraggiante. Il dato conferma pienamente il giudizio espresso in occasione della Giornata dell’Economia di sostanziale stagnazione della situazione economica provinciale.   La perdita di imprese nei settori dell’artigianato e delle costruzioni e anche dovuta alla sensibile diminuzione degli appalti pubblici e delle commesse che hanno fatto registrare un calo del fatturato stimato nell’ordine del 30% ed una sostanziale ripercussione sull’occupazione   Mentre nel settore dell’agricoltura va rilevato come alla diminuzione delle imprese si accompagni anche un notevole calo della redditività complessiva del settorea causa della caduta dei prezzi, soprattuttonel settore cerealicolo come è stato evidenziato nel recente “Rapporto sul settore agricolo ed agroalimentare della provincia di Enna” presentato in occasione dell’8° Giornata dell’Economia.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati