Smog, secondo giorno di blocco del traffico a Milano


Dopo le scene di ieri, con una città senza auto, oggi, martedì 29 dicembre, si continua: a Milano dalle 10 scatta il secondo giorno di blocco totale del traffico, disposto dall’amministrazione Pisapia come misura emergenziale per cercare di far abbassare i valori di polveri sottili nell’aria. Ieri sono state 300, alla fine del blocco, le multe agli automobilisti che nonostante il divieto hanno cercato di transitare per le vie della città fino alle 16, orario in cui termina il blocco. Si confida che oggi, complice anche le contravvenzioni elevate, i milanesi stiano più attenti. A essere esentati dal provvedimento sono i taxi, le vetture ecologiche (ibride ed elettriche) e quelle degli operatori del car sharing, oltre a vetture private solo in presenza di determinati permessi (ad esempio per chi deve accompagnare un familiare in ospedale per seguire una particolare terapia). Si può circolare sui tratti autostradali cittadini e sulle strade statali e provinciali che rientrano nei confini comunali, così come sulle vie di collegamento tra alcuni comuni dell’hinterland e i parcheggi di interscambio con i mezzi pubblici e la metro (qui tutte le esenzioni al divieto).


Mezzi pubblici a prezzi agevolati e bike sharing gratuito


A Milano si potrà circolare sui mezzi pubblici sfruttando il biglietto giornaliero al costo di 1,5 euro o servendosi gratuitamente del bike sharing, il cui utilizzo senza costi è stato esteso da Palazzo Marino fino a Capodanno. Al blocco del traffico hanno aderito anche Pavia e altri comuni dell’hinterland milanese. A Bergamo invece oggi sarà il primo giorno di circolazione con le targhe alterne. Domani, mercoledì 30 dicembre, ultima giornata del blocco totale del traffico a Milano.


 



 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati