SITI UNESCO. L’ASSESSORE PROVINCIALE TUDISCO A ROMA PER PREDISPORRE LO STATUTO

L’assessore al Turismo, Fabrizio Tudisco, ha preso parte venerdì, presso la sede UPI di Roma, alla riunione tra i responsabili delle 13 province che costituiscono il “Forum siti Unesco del Mezzogiorno” per esaminare il documento di costituzione dell’Associazione “Sud Italia Province Unesco”. Le province interessate sono oltre ad Enna, Agrigento, Bari, Benevento, Caserta, Catania, Messina, Napoli, Ragusa, Salerno, Siracusa, Matera e Medio Campidano. “L’associazione – spiega Tudisco – ha come mission di attuare l’accordo di cooperazione stipulato tra le Province e i Gestori dei siti UNESCO per creare una rete interregionale di competenze, finalizzate a promuovere, sostenere lo sviluppo socio-economico delle autonomie locali con la valorizzazione, il rafforzamento e l’integrazione, su scala interregionale ed euromediterranea, del patrimonio culturale, naturale e paesaggistico” ( Attrattori Turistici-Culturali). In particolare l’Associazione accompagna ed assiste le Province associate nella individuazione, programmazione e adesione ai programmi comunitari, formulando un apposito piano integrativo delle reti interregionali di offerta a valere sui programmi Poin e Pain per i siti UNESCO del Sud Italia coordinandone l’attuazione. Il territorio di riferimento è quello definito dall’area vasta delle singole province con particolare riferimento alle aree identificate dall’Unesco ( Buffer Zone). I siti individuati sono, oltre alla Villa Romana del Casale, la Reggia di Caserta, Paestum, Pompei, la Costa Amalfitana, il Parco del Cilento, i Sassi di Matera, Alberobello, il Barocco della Val di Noto, la Valle dei Templi, le Isole Eolie, Siracusa e Pantalica, Barumini. La parola passerà, adesso al Consiglio Provinciale per l’approvazione in tempi rapidi dello schema di statuto e delle relative risorse economiche per il 2009.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati