SI E’ DIMESSA ALESSANDRA TIGANO, SEGRETARIO COMUNALE DEL PARTITO DEMOCRATICO

Pubblichiamo la lettera di dimissioni del segretario comunale del Partito democratico, Alessandra Tigano


Dopo un’attenta analisi politica, condivisa dalla maggioranza dell’esecutivo, ho deciso di rassegnare le dimissioni irrevocabili da Coordinatrice del PD di Piazza Armerina. Le mie motivazioni sono finalizzate ad aprire dentro al PD un clima di riflessione politica severa e puntuale. Ad affrontare, quindi, con maggiore maturitàl’imminente congresso cittadino previsto per domenica 18 aprile 2010. Insieme all’esecutivo, in questi dieci mesi di attivitàpolitica, mi sono impegnata nella riorganizzazione interna del partito, in un’impegnativa campagna elettorale europea che ha segnato l’affermazione del PD armerino come il primo partito in città , nella promozione di numerosi incontri con il coordinamento, i consiglieri comunali, il Sindaco e la sua giunta finalizzati a ragionare e a trovare soluzioni sulle diverse questioni cittadine. Lo stile politico di questo coordinamento è stato improntato al dialogo e all’inclusione delle diverse posizioni. Tuttavia, nonostante gli sforzi messi in campo, all’interno del PD locale i processi di condivisione politica sono stati continuamente inficiati dalla difficoltàdi rispettare le principali regole che sostengono e definiscono l’identitàdi un partito. La fragilitàdel dialogo tra le soggettivitàpolitiche del Pd locale è un problema aperto e irrisolto. In questo momento il partito rischia di diventare un contenitore vuoto dall’identitàdebole, con uno stile strumentale e conflittuale che non risolve i problemi ma li amplifica. è il momento di riappropriarsi di un linguaggio politico inteso come strumento di emancipazione umana, civile e collettiva che interpreti la politica come ricerca di ragioni allargate. In questa prospettiva mi auguro che al prossimo congresso cittadino si discutano tesi e programmi superando sterili personalismi e polemiche infruttuose e irresponsabili che vengono da troppo lontano per essere ancora credibili e convincenti. Invito, pertanto, tutti gli iscritti al PD a ritrovare il gusto del confronto, le giuste abilitàargomentative orientate alla veritàe al bene politico della nostra città . Tutte le nostre capacitàsiano spese per fare emergere le migliori energie che questo partito certamente possiede, con uno sguardo particolare ai giovani e alle donne che credono in una politica nuova e con l’obiettivo di rinnovare davvero la politica di Piazza Armerina. Per costruire, come sostiene il nostro segretario nazionale, Pier Luigi Bersani, un’identitàpercepibile è un partito che funzioni, che operi attraverso una partecipazione vera e produca il rinnovamento traendole dalle tante esperienze cresciute nel territorio. Ringrazio tutti coloro che hanno voluto la mia elezione nel maggio 2009 e che hanno creduto nel mio progetto politico e in quello dell’esecutivo. Auguro a chi mi seguiràdi poter far tesoro del mio contributo che, nel segno della lealtà , del rinnovamento e dell’interdipendenza, ha cercato di organizzare il Circolo e costruirne la sua identitàpolitica. Un forte riconoscimento e ringraziamento va ai membri dell’esecutivo, Maria Arena, Gianfranco La Porta, Maria Grasso, Sebastiano Arena, Ina Roccaverde, Enzo Borruso, Tina Caliota, Daniele La Delia, Paola Venezia, che mi hanno sostenuto in ogni iniziativa.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati