SCIPERO PENALISTI AL TRIBUNALE DI ENNA

“Sono previsti provvedimenti che limitano la libertà personale e la presunzione di non colpevolezza.” A dichiararlo è stato l’avvocato La Malfa per spiegare i motivi dell’astensione dal lavoro dei penalisti al tribunale di Enna. Il provvedimento in questione è quello contenuto nel decreto Amato approvato dal Consiglio dei ministri dopo la morte di Giovanna Reggiani , violentata ed uccisa da un romeno, che prevede l’espulsione di cittadini comunitari senza possibilità di un regolare dibattimento prima che il provvedimento diventi esecutivo.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati