Sanita’: sclerosi, nasce “rete” per migliore qualità assistenza

Nasce in Sicilia una “rete” tra l’assessorato della Salute, l’associazione italiana sclerosi multipla (Aism), i neurologi specializzati in sclerosi multipla e i pazienti con i loro familiari: l’obiettivo da raggiungere, con la reciproca assunzione di impegni e responsabilita’, e’ quello di garantire a ogni persona affetta da sclerosi multipla una migliore qualita’ di vita e il diritto a vivere la propria esistenza.
Il via a questo percorso virtuoso sara’ dato domani, martedi’ 27 marzo, alle 9.30, nell’aula magna dell’ospedale “V. Cervello” di Palermo nel corso di un convegno dal titolo “Quale futuro per la sclerosi multipla in Sicilia? Dallo studio “Trilogy” al percorso diagnostico – terapeutico – assistenziale”.
Saranno esposte le strategie per garantire il diritto alla salute delle persone con sclerosi e al tempo stesso l’efficace utilizzo delle risorse disponibili per razionalizzare i costi di gestione della malattia.
I lavori saranno aperti dall’assessore regionale per la Salute Massimo Russo. Interverranno tra gli altri Angelo La Via, presidente regionale Aism; Salvatore Di Rosa, direttore generale dell’azienda Villa Sofia Cervello; Salvatore Cottone, direttore dell’Unita’ operativa di neuroimmunologia del Cervello; Francesco Patti, professore aggregato, della Clinica neurologica del Policlinico di Catania.
L’iniziativa e’ promossa da Aism e assessorato regionale della Salute, con il supporto di Novartis.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati