RIGATONI CON I VROCCOLI ARRIMINATI

2/4/2008 –

Cavolfiore – 500 g
Pinoli – 30 g
Uvetta – 30 g
Basilico – 1 mazzetto
Cipolla – 1
Acciughe sotto sale – 4
Zafferano in polvere – 1 pizzico
Formaggio pecorino grattugiato – 4 cucchiai
Olio extravergine d’oliva – 1 dl
Rigatoni – 350 g
Sale


Far ammorbidire l’uvetta nell’acqua tiepida.
Pulire il cavolfiore; eliminare le foglie esterne più dure, tagliarlo in cimette molto piccole (perché possano cuocersi in pochi minuti) e lavarlo.
Lavare le acciughe sotto l’acqua corrente per eliminare il sale, togliere la testa e la lisca centrale e dividerle a pezzetti.
Lavare il basilico, spezzettarlo con le mani e metterlo da parte.
Nel frattempo portare ad ebollizione in una capace pentola l’acqua necessaria per cuocere la pasta ed il cavolfiore. Il cavolfiore va aggiunto 5 minuti prima della fine della cottura della pasta.
Mentre cuoce la pasta, sbucciare la cipolla, tritarla con la mezzaluna e farla imbiondire in un tegame con l’olio. Aggiungere i pezzetti di acciuga e con l’aiuto di un cucchiaio di legno farli sciogliere. Aggiungere anche lo zafferano sciolto in un cucchiaio di acqua di cottura della pasta ed infine l’uvetta strizzata e i pinoli. Dopo aver insaporito tutti gli ingredienti (1-2 minuti), togliere il tegame dal fuoco. Eventualmente regolare di sale.
Scolare pasta e cimette di cavolfiore. Versarli nella zuppiera, condirli con la salsa di acciughe, il basilico e il pecorino.
Servirla calda.


POLPETTONE GUSTOSO


Macinato di vitello – 600 g
Uova – 2
Prezzemolo fresco – un ciuffetto
Cipolline fresche – 1
Salsa di soia – 1 cucchiaio
Pomodori maturi – 3
Piselli in scatola – 200 g
Pane grattugiato – q.b.
Olio extravergine d’oliva – 6 cucchiai
Vino bianco secco – 1 bicchiere
Sale



Mondare e lavare la cipollina e il prezzemolo e tritarli insieme. Pelare i pomodori, dopo averli sbollentati per un minuto, eliminare i semi interni e ridurli a pezzettini. Aprire la scatola dei piselli ed eliminare il liquido di conservazione. Mettere la carne, le uova, il trito, la salsa di soia, i pezzetti di pomodoro, i piselli, il sale e un po’ di pane grattugiato in una grossa ciotola. Incominciare ad amalgamare tutti gli ingredienti (stando attenti a non schiacciare i piselli), aggiungendo nel frattempo altro pane grattugiato. Difficile stabilire quanto pane grattugiato occorre; l’impasto non deve risultare né troppo duro né troppo morbido. Quando si raggiunge la consistenza giusta, controllare il sale e dare la forma al polpettone. Non farlo troppo grande. È preferibile magari farne 3 o 4. In questo caso è molto più facile girarli durante la cottura. Passarli in un po’ di pane grattugiato.
Versare l’olio in una grossa pentola e mettere i polpettoni. Farli rosolare su tutti i lati a fiamma moderata. Quando hanno formato una bella crosticina, aggiungere il vino e farlo evaporare parzialmente. A questo punto aggiungere un bicchiere abbondante di acqua bollente e proseguire la cottura sempre su fiamma moderata e a pentola semicoperta. Far ridurre molto bene il liquido di cottura.
Far raffreddare nella pentola e tagliarlo a fette. Disporre le fette sul piatto di portata e servirlo

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui