RAPPORTO SICUREZZA 2006 DEL VIMINALE

6/21/2007 – Roma – Il rapporto sicurezza 2006 del Viminale sottolinea la capacità della criminalità organizzata a mantenere “un’elevata capacità di infiltrazione nel tessuto economico-finanziario” ed evidenzia il persistere dell’azione di controllo del territorio di origine per conto delle associazioni mafiose .
Il Viminale lancia l’allarme anche sull’alleanza tra la criminalità organizzata italiana e quella di matrice straniera per la gestione del traffico di stupefacenti, immigrazione clandestina, tratta degli esseri umani e sfruttamento della prostituzione.
L’evoluzione di Cosa Nostra è stata favorita dai nuovi affiliati esperti di economia e finanza, permettendo il controllo dei settori dell’imprenditoria e della pubblica amministrazione, in particolare nel comparto delle opere pubbliche e dell’assegnazione dei servizi.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui