Quattro gli indagati per l’università rumena ospitata nei locali dell’Umberto I di Enna

Sono quattro le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Enna per la vicenda dell’università Rumena operante all’interno dell’ospedale Umberto I: l’ex senatore del Pd, Mirello Crisafulli (nella foto), l’ex commissario straordinario dell’Asp, Giuseppe Termine, l’attuale direttore generale, Giovanna Fidelio e il direttore sanitario, Emanuele Cassarà.
Inoltre la Procura di Enna sta indagando per falso per soppressione anche su un “ignoto” che avrebbe occultato il protocollo di intesa tra la Fondazione Proserpina, mai registrata come fondazione e oggi trasformata in Fondo Proserpina srl e l’ASP di Enna. Per gli altri indagati le ipotesi di reato sono abuso d’ufficio e invasione di edificio pubblico

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati