PROVINCIA DI ENNA.BOLLETTE ATO RIFIUTI 2006/2007 : SONO IRREGOLARI

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa (CGA) regionale ha accolto
il ricorso di Assoutenti per la sospensione delle tariffe di
igiene ambientale 2006 e 2007. La Montepaschi di Siena Serit non potrà emettere cartelle esattoriali relative ai periodi in questione.
Quella che sembra una buona notizia per gli utenti potrebbe in realtà trasformarsi in una vera e propria tragedia finanziaria per i comuni e , alla fine, per gli stessi cittadini.
Tutte le ATO siciliane sono in difficoltà e , negl’anni scorsi, sono state le banche ad anticipare i pagamenti relativi alle annualità a cui fa riferimento il ricorso dell’Assoutenti. Cosa accadrà adesso ? Le banche potrebbero richiedere un rientro immediato delle somme concesse in prestito, l’Ato di Enna, come quelle delle altre zone, potrebbe essere commissariata ed alla fine le somme necessarie a coprire il rientro bancario dovrebbero essere versate dai soci che compongono l’Ambito Territoriale Organizzato , ovvero i comuni. L’operazione potrebbe portare al dissesto finanziario quasi tutti i comuni della provincia di Enna, con un necessario inasprimento delle tasse e dei tributi che gravano già sui cittadini. La decisione del CGA potrebbe innescare un effetto domino devastante con la preoccupante prospettiva di vedere fra qualche giorno i netturbini incrociare le braccia per la mancata corresponsione degli stipendi , i cittadini dovere subire un incremento indiscriminato dei tributi , i comuni a dover rastrellare tutte le risorse finanziare possibili per far fronte al pagamento del debito con il risultato accessorio di dare addio completamente ad una politica di sostegno sociale.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati