Processo a Gerry La Malfa – chiesta una condanna a 7 anni di carcere dal Pubblico Ministero.

Il Pm Roberto Condorelli, a conclusione della sua requisitoria, ha chiesto la condanna a 7 ani di carcere per l’armerino Gerry La Malfa sostenendo che  l’imputato avrebbe consentito alla cosca mafiosa di Saminara, mettendo a disposizione il suo agriturismo, di gestire una lucrosa attività illecita legata al gioco d’azzardo.
Di diverso tenore l’arringa difensiva dell’avvocato Di Dio Datola che ha sostenuto l’innocenza del suo assistito affermando che La Malfa sarebbe stato all’oscuro delle reali intenzioni del Saminara e di aver concesso in uso i locali del suo agriturismo convinto che sarebbero serviti per l’organizzazione di una serata tra amici.
Il rapporto tra il presunto boss mafioso  e La Malfa è stato chiarito nel corso del processo dallo stesso imputato che ha sostenuto di aver ricevuto un prestito da Saminara in un momento di difficoltà, per una somma che poi avrebbe restituito per intero.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati