Prefettura – Misure di sicurezza in vista delle prossime festivita’ pasquali

Si è tenuta lo scorso venerdì 23 marzo a Palazzo del Governo una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal Prefetto Clara Minerva, alla presenza dei rappresentanti della Provincia Regionale, dei Comuni di Enna e Piazza Armerina, del direttore del comitato scientifico organizzatore del 600° anniversario della Patrona della città di Enna, della Croce Rossa e di numerose altre autorità, al fine di delineare un piano condiviso di misure di sicurezza pubblica in vista delle prossime festività pasquali e del prevedibile afflusso di visitatori in occasione dei tradizionali riti religiosi in programma nel corso della Settimana Santa,con particolare riguardo al Comune capoluogo.


Si è convenuto di dedicare,altresì, specifica attenzione al sito Unesco della Villa Romana del Casale (Comune di Piazza Armerina) ove è prevedibile un notevole afflusso turistico nonché alle aree attrezzate della provincia con particolare riguardo al parco della Ronza.
Il rafforzamento dei dispositivi di controllo sarà garantito in sinergia tra tutte le forze di polizia, assicurando un efficace coordinamento dei servizi preventivi e operativi, anche con l’ausilio delle Polizie Municipali, dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste e della Protezione Civile.
In relazione alla viabilità, la Polizia Stradale sarà affiancata nei dispositivi di vigilanza del territorio, con particolare riferimento alla viabilità ordinaria, oltre che dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza anche dai corpi di Polizia Municipali competenti.
Seguirà una riunione tecnica in Questura per la predisposizione di misure di dettaglio.
Nel corso dell’incontro, è stata dedicata inoltre specifica attenzione alla predisposizione di mirate misure di vigilanza in vista dei prossimi appuntamenti del programma del 600° anniversario della proclamazione di Maria SS della Visitazione a “Patrona di Enna” che prevedono la presenza in città del Cardinale Paolo Romeo e del Cardinale Francis Arinze.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati