Pietraperzia:ubriaco picchia la moglie davanti al figlio tredicenne

La notte scorsa i Carabinieri del Comando Stazione di Pietraperzia hanno arrestato il pluri pregiudicato Milazzo Alessandro di 33 anni per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravi e per violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. L’intervento tempestivo dei carabinieri è stato possibile grazie ad una segnalazione di un violento litigio famigliare nella notte tra sabato e domenica. Giunti nell’appartamento i carabinieri trovavano una signora di 33 anni, con il volto grondante di sangue che veniva ancora trattenuta per il collo dal convivente. Accanto a loro il figlio tredicenne della coppia che aveva cercato disperatamente di trattenere il padre dall’inaudita violenza. Fermatal’azione violenta, l’uomo visibilmente ubriaco rivolgeva atteggiamenti violenti contro i Carabinieri, minacciandoli e tentando di aggredire anche il personale del 118 che nel frattempo era giunto per soccorrere la donna. Trasportata in ospedale alla povera donna è stato riscontrato un trauma cranico facciale e frattura delle ossa nasali, malgrado ciò ha tentato ancora di difendere il convivente affermando ai sanitari del pronto soccorso di essersi procurata le lesioni cadendo dalle scale. Soltanto qualche ora, dopo aver avuto modo di riflettere su quanto accaduto si è convinta a rendere dichiarazioni ai Carabinieri delle evidenti responsabilità del marito. Il soggetto, già con numerosi precedenti specifici di violenza a pubblico Ufficiale, lesioni e stolking nei confronti di un’altra donna, tratto in arresto per tutti i reati di cui sopra, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Enna. Il Magistrato di turno, Dott.ssa Marina Ingoglia ha disposto ai Carabinieri l’urgente trasmissione degli atti per l’ udienza di convalida dell’arresto che si terrà nella giornata di martedì .

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati