PIAZZA IN ROCK CONTEST 2009: IL RESOCONTO DEL NOSTRO INVIATO

Sabato 7 febbraio si è tenuta, presso l’ex cinema Plutia di Piazza Armerina, la prima serata della prima edizione del “Piazza in Rock Contest 2009”. In uno dei nostri primi articoli si è parlato di alcune vocazioni musicali dei giovani dei nostri paesi dell’entroterra siciliano. In quella occasione si menzionarono proprio i movimenti rock che interessano la cittadina di Piazza Armerina che, a mio giudizio, non ha risposto in maniera adeguata ad una serata che poteva potenzialmente ottenere un maggior consenso di pubblico. Ciò nonostante la manifestazione è andata avanti. La stessa, che doveva svolgersi in due serate consecutive, ha visto la seconda data rimandata a causa di un cedimento del palco dell’ex cinema Plutia, struttura che potrebbe avere una certa valenza, ma che necessita di urgenti lavori di recupero se vuole tornare ad essere fruibile e ad ospitare eventi di questo tipo. Dato il freddo presente, la serata almeno è stata riscaldata da un buon rock “fai da te”. Difatti la manifestazione nasce per tutte quelle band che scrivono e cantano la loro musica. Lo spirito che si palpa in questi avvenimenti è qualcosa di unico.


Si è lontani dal jet set e dalle mode ed ogni gruppo è libero di esprimere la propria idea di rock formatasi da anni di prove, magari in qualche garage o in qualche fredda soffitta, di serate in qualche disco pub delle proprie zone, e dall’ascolto dei propri idoli nonché dalla partecipazione a vari festival e di produzioni demo all’attivo. Ogni gruppo ha avuto a disposizione ½ ora di tempo per poter esternare il proprio stile. Il primo gruppo ad esibirsi è stato “I Crepitatori” provenienti da Agrigento. Dopo una intro dub-maniacale hanno fatto sentire alcuni pezzi del loro repertorio tra l’ironico e il ritmato, evidenziando dei testi a tratti ripetitivi. A seguire si sono fatti avanti i “Di Viola Minimale” di Ragusa, che per l’occasione si sono presentati in due, chitarra-voce e basso. Toni poetici e ritmi più tranquilli anno accompagnato un’interpretazione veramente sentita. Poi è la volta dei “The Barrio” anch’essi di Agrigento, che con il loro rock espressivo e dinamico, dotato di influenze ska e reggae, hanno convinto per i loro arrangiamenti e per i timbri vocali. Ultimi a salire sul palco i “Campo Avvelenato” che, dato il luogo di svolgimento dell’evento, giocavano in casa. Grande presenza e partecipazione di pubblico per la loro esibizione, coinvolgente e trascinante tra ottima inventiva e ritmi di carattere grunge. La serata condotta da una Rossella Florio alle prime armi, doveva avere un vincitore. Per far questo vi era la presenza di una giuria tecnica composta da: il maestro Giovanni Mazzarino, presidente di giuria, il maestro Giuseppe Mirabella, la giornalista Maurilia Brighina ed il sottoscritto, speaker radiofonico nonché collaboratore di Start Tv. La giuria, compilate le debite schede per la votazione, ha decretato, in sintonia con il voto della giuria popolare presente, la schiacciante vittoria dei “Campo Avvelenato”. Adesso non rimane che aspettare l’esibizione degli altri quattro gruppi in gara che si esibiranno durante lo svolgimento della seconda e conclusiva serata del “Piazza in Rock Contest 2009”. A tal proposito vi terremo informati sulla data e il luogo dello svolgimento.


Andrea Lombardo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati