PIAZZA ARMERINA : TURISMO TRA ARCHEOLOGIA E NATURA

Continua con grande successo la work experience nelle aziende  agrituristiche di Piazza Armerina, da parte  dei 13 allievi che stanno seguendo il corso per esperti in Turismo rurale.
Soddisfatti i tutor dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo e i titolari delle aziende armerine. I ragazzi si stanno confortando con i funzionari dell’ente sui piani di promozione turistica del territorio e sulle strategie per attirare visitatori nella città dei mosaici. Il tirocinio pratico  è la parte del corso più interessante, che da la giusta motivazione agli allievi. Con l’aiuto degli esperti, infatti  si stanno realizzando delle vere e proprie simulazioni di offerte rivolte a un turismo specializzato  per la promozione di itinerari storico – architettonici, naturalistici e culturali delle aree rurali del territorio. L’obiettivo è quello di  sviluppare sistemi  innovativi per la promozione integrata del territorio rurale, e acquisire tutte le quelle capacità tecniche  che riguardano i sistemi  di qualità, le norme di riferimento, la gestione ambientale, le tecniche di controllo agricolo e le strategie di marketing. Oltre all’azienda di soggiorno e turismo sono coinvolti anche delle strutture turistiche importanti (Al Ritrovo, Villa Romana, Gangi e Gigliotto), all’interno delle quali, gli allievi  possono elaborare con la proprietà,  offerte  di prodotti / pacchetti  turistici, allineati ai novi modelli  comportamentali del consumatore e quindi progettare, gestire ed organizzare servizi aggiuntivi nell’ambito  dei beni culturali ed archeologici.  Il progetto: “Enna: turismo tra archeologia e natura” rientra nell’ambito del Piano Integrato Territoriale n. 11. ed è realizzato da una associazione temporanea di scopo costituita da Unione delle Camere di commercio di Sicilia, Eures Group, Associazione Group,  Euroconsult e Agic Consulting,


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati