PIAZZA ARMERINA : SETTE EDIFICILI SCOLASTICI NON SONO IN REGOLA CON LE NORME ANTISISMICHE

Dopo il terremoto dell’Umbria sono al lavoro in tutta Italia i tecnici della protezione civile per valutare la stabilità degl’edifici pubblici e compilare una “black list” delle opere da tenere sotto controllo.


A Piazza Armerina le perizie effettuate nei giorni scorsi hanno individuato uno stato di criticità per sette edifici scolastici. Nessun pericolo imminente di crollo, ma un mancato adeguamento alle norme antisismiche.


Piazza Armerina è situata in una zona a media pericolosità sismica, ma questo non significa che si possa fare a meno di utilizzare tute le norme previste in tema di costruzioni per la prevenzione dei terremoti.


La città dei mosaici , in passato, ha già subito una parziale distruzione e, vista l’imprevedibilità dei terremoti, e sempre meglio cautelarsi seguendo alla lettera la normativa. Il fatto che molte scuole non rispettino i parametri necessari è grave. Speriamo che il governo regionale sia solerte nell’avviare i lavori di messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici interessati.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati