Piazza Armerina , Miroddi-PD. Area Renzi:”Non cambia il nostro giudizio sul sindaco”

[COMUNICATO STAMPA] L’impegnativa dichiarazione del sindaco Miroddi, di adesione al Pd, non può che essere accolta positivamente dall’area Renzi, con particolare riguardo al riconoscimento dei meriti attribuiti a quest’ultima nell’azione di rinnovamento svolta all’interno del partito democratico.
Occorre, tuttavia, svolgere alcune considerazioni.
E’ evidente, in primo luogo, che il sindaco Miroddi, possa intraprendere, come chiunque, autonomamente, i percorsi politici che più ritiene congeniali al suo progetto politico.
Tanto più che la scelta è stata, secondo quanto egli riferisce nel suo comunicato, avallata da autorevoli esponenti del Partito Democratico.

Il Pd, del resto, come abbiamo sempre convintamente sostenuto – ed oggi continuiamo coerentemente a sostenere – non è un club privato i cui componenti vengono aggregati per cooptazione, né un luogo chiuso ed impermeabile ai mutamenti, ma un partito aperto ed inclusivo, per definizione e vocazione.
In tale ottica, non vi è, né può esservi, alcuna preclusione di principio o pregiudiziale all’ingresso di Miroddi nel Pd.
E’ evidente che l’adesione del sindaco al Pd non basta a modificare il giudizio negativo che l'area Renzi ha sempre dato, ed oggi ribadisce, in merito all'azione politico amministrativa del sindaco e della sua giunta, al netto di questioni cruciali quali la scelta dell’area metropolitana, il ritorno della gestione pubblica dell’acqua, la scelta della SRR CL sud. 
Se, dunque, il sindaco Miroddi vorra' intraprendere un percorso politico insieme all'interno del Pd, pensiamo debba farlo in radicale discontinuità rispetto all'esperienza politico amministrativa che lo ha visto alla guida della città sin dal suo insediamento. 

Tale radicale discontinuità impone il ripensamento dell'azione amministrativa, al fine di favorire la formazione di una nuova compagine di governo che possa, con l'autorevolezza e le competenze tecniche necessarie, delineare un programma di governo snello, fissato in pochi dirimenti punti, da perseguire nei due anni che mancano alla fine della legislatura, rilanciando la città e proiettandola verso un futuro migliore.
In tale ottica, l'area Renzi ritiene auspicabile un'apertura alle altre forze politiche responsabili presenti in città, perché, nella comune assunzione di responsabilità ed in una comunione virtuosa di intenti, possano, anch'esse, contribuire a dar forza al nuovo percorso politico, nell'interesse superiore della città. 

Area Renzi di Piazza Armerina 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati