Piazza Armerina – Le polemiche sull’indennità dei Consiglieri comunali : tanto rumore per nulla

Pubblicate sul sito del comune le indennità di Giunta e quelle dei consiglieri comunali. Tanto rumore per nulla. Il consigliere comunale più pagato incassa circa 500 euro al mese , una somma che ci sembra ragionevole visto che comunque bisogna tenere conto che, nel bene e nel male, queste persone mettono a disposizione il loro tempo a servizio della comunità.
Che poi vi siano evidenti incapacità nel gestire, amministrare e fare politica da parte di qualcuno ci sembra altrettanto ovvio, ma tutto questo non giustifica quella caccia alle streghe portata avanti da chi lascia intendere che consiglieri e Giunta portano a casa somme esorbitanti a fronte di un loro scarso impegno.
Molti dei consiglieri e dei componenti della Giunta municipale sono liberi professionisti o sono inseriti già da tempo nel mondo del lavoro e non crediamo che possa incidere più di tanto sul loro tenore di vita il percepire una indennità di pochi centinaia di euro al mese.


In realtà in questo ambito il populismo, la demagogia e il qualunquismo si sono sempre alimentati di alcune leggende metropolitane che vorrebbero i politici impegnati nella gestione dei piccoli enti locali super pagati e nullafacenti. Per fortuna la diffusione dei contenuti attraverso la Rete se da una parte favorisce il proliferare di siti di dubbia capacità informativa , dall’altro consente di portare a conoscenza di cittadini la realtà dei fatti con molta più immediatezza e articolazione di quanto possano fare i quotidiani cartacei sempre meno letti e acquistati.


Alcuni si potrebbero chiedere perché consideriamo equo il compenso per amministratori e consiglieri comunali. La risposta è semplice: da anni siamo a loro stretto contatto e nella generalità dei casi, senza distinzioni di ruoli e appartenenze politiche, li abbiamo visti impegnati e attenti al loro lavoro. Poi vi sono i casi disperati ..ma per questi preferiamo che siano i cittadini a valutarne  il lavoro,con l’accortezza di non tenere in considerazione quello che prendono, ma  quello che danno alla collettività.


Sull’argomento vi invitiamo ad intervenire sulla nostra pagina Facebbok o iscrivendovi al forum “l’Agorà di Piazza Armerina”.



 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati