Piazza Armerina: incidente a catena provocato da pregiudicato.

Nella serata scorsa, gli uomini del Commissariato di Piazza Armerina – diretti dal Commissario Capo Gabriele Presti – e gli agenti della Polizia Municipale – diretti dal neo Comandante Capitano Alfredo Sapone – hanno deferito alla Procura della Repubblica di Enna, in stato di libertà un uomo ennese, tale S. S., classe ’49, per guida in stato di ebbrezza, nonché per il reato di cui all’rt. 4 L. 110/75, perché trovato – senza giustificato motivo – in possesso di coltello con lama da punta e da taglio. In particolarenella prima serata di ieripersonale del Comando di Polizia Municipale del centro armerino, interveniva all’uscita della Galleria Casalotto, per segnalazione di incidente stradale con feriti. Giunti sul posto constatavano che effettivamente si trattava di un incidente stradale cosiddetto “a catena “ ove erano rimaste coinvolte nr. 5 autovetture . Dai primi accertamenti emergeva che il sinistro aveva provocato dei feriti, ove alcuni si trovavano già in ospedale poiché trasportati da passanti o parenti mentre altri erano ancora sul posto del sinistro. Giunti al pronto Soccorso dell’Ospedale M.Chiello, gli agenti della polizia municipale, dopo aver contattato l’odierno indagato – conducente di uno dei veicoli coinvolti nell’incidente – accertavano lo stato confusionale dello stesso constatando l’evidente stato di ebbrezza alcolica, manifestata dalla difficoltà nell’articolare il linguaggio, nel prendere i documenti personali e di circolazione, nel reggersi in piedi, legata ad una marcata alitosi vinosa, sprigionata dallo stesso durante la conversazione con gli stessi operatori della Polizia municipale, ed i sanitari, rendendo necessario l’accertamento tecnico/specialistico atto a determinare il tasso alcolico nel sangue, il cui esito risultava superiore di ben 4 volte a quello massimo consentito (0,5 gr/L), ovvero nella fascia per cui il recente intervento normativo ha inasprito le sanzioni – penali e non – per i trasgressori. In considerazione quindi di quanto accertato, l’uomo veniva accompagnato presso i locali del Comando di Polizia Municipale per gli adempimenti di rito. Giunti in ufficio, il pregiudicato armerino mentre svuotava l’interno delle sue tasche andando alla ricerca dei documenti identificativi richiesti dagli operanti, consentiva loro di constatare che l’uomo portava con sé, abusivamente, un coltello serramanico, ad apertura manuale.Gli uomini del Commissariato armerino, intervenuti sul posto, unitamente agli agenti del Comando Polizia Municipale, dopo gli ulteriori accertamenti necessari, pertanto, deferivano, in stato di libertà, S.S,,- pregiudicato per numerosi reati contro il patrimonio – alla Procura della Repubblica di Enna, per gli indicati reati di guida senza patente e porto ingiustificato di arma da taglio e punta

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati