PIAZZA ARMERINA . IL CONSIGLIERE GIANNI SCOLLO «SONO STATO IO A LASCIARE L’MPA»

«A lasciare l’MPA sono stato io, subito dopo la chiusura del consiglio comunale del 21 dicembre». Ad affermarlo è il consigliere Giovani Scollo che precisa di avere inviato un telegramma subito dopo la discussione in aula sulla sfiducia al sindaco «per prendere le distanze da un partito a cui ha dato un notevole contributo di energie affinché si affermasse in provincia di Enna e a Piazza Armerina».


L’episodio dei consiglieri Scollo e Lo Verme, costretti a lasciare l’Mpa perchè in contrasto con la dirigenza ,  non sembrerebbe un episodio isolato. La linea dura del partito di  Raffaele Lombardo, all’interno del centrodestra,  sta creando diversi malumori. In numerosi centri della provincia gli autonomisti , come affermano diversi esponenti politici,  pare abbiano comportamenti  un po’ troppo intransigenti ed una scarsa propensione al dialogo. Nelle ultime riunioni organizzate dal centrodestra per cercare una linea comune in vista delle elezioni, gli esponenti dell’MPA non si sono presentanti, utilizzando la stampa per chiarire la propria posizione e non i normali canali comunicativi di solito utilizzati dalla politica.


Qualcuno ipotizza che la possibilità che il centrodestra partecipi alle elezioni provinciali con due candidati separati è più reale di quanto si pensi e che i comportamenti  dell’Mpa rispondano ad una precisa strategia politica per dare più peso al partito.  

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati