PIAZZA ARMERINA – Gruppo unico del Pd, capogruppo e due vice

Di seguito il comunicato stampa del Partito Democratico
PIAZZA ARMERINA. “E’ più semplice gestire una sconfitta che un trionfo>>. Questo il commento sardonico che si legge nella nota ufficiale diffusa del segretario del Partito democratico piazzese, Concetto Prestifilippo. “Dopo una sconfitta basta semplicemente sostituire i perdenti. continua ancora il segretario del Pd – Una vittoria invece, prevede la nomina dei vincenti. Regolare le promozioni è l’esercizio più arduo e più impopolare”.
Polemiche ed equivoci
“I toni che si sono levati dopo l’elezione del presidente del consiglio comunale sono stati impropri ed improvvidi. Un continuo avvicendarsi di commenti, insinuazioni, illazioni, speculazioni che sembravano inscenare il solito paludato teatrino politico paesano. Per fortuna, con buona pace di chi sperava il contrario, il panorama politico cittadino è definitivamente mutato. Lo affermiamo da mesi, il nostro è un partito plurale e non ideologico. Un partito che riesce a radunare alla fine di luglio centinaia di militanti e simpatizzanti e discutere, a tratti anche con passione. Un processo di confronto che, ancora una volta, si è concluso con una sintesi condivisa”.
L’impressione è stata quella di un partito diviso
“Le impressioni non contano. Contano i risultati. Il risultato è che il candidato del Pd, Calogero Centonze è stato eletto presidente del consiglio comunale”.
Scalpore per il voto a favore dei consiglieri dell’opposizione.
“E’ questo il dato più significativo: un vecchiume valutativo che non vuole arrendersi. Abbiamo detto pubblicamente in campagna elettorale che si apre un nuovo corso politico. Sarà la sconfitta definitiva del concetto di nemico. Abbiamo lealmente riconosciuto all’opposizione il ruolo di avversario. Un riconoscimento che significa solo interlocuzione civile. All’opposizione abbiamo concesso la vicepresidenza del consiglio comunale. Un atto politico, non un inciucio volgare . L’opposizione eserciterà il suo ruolo di controllo e noi quello di governo. Il confronto sarà leale, civile e trasparente. Insomma, con buona pace per i lamentatori di professione, si apre un nuovo corso della politica piazzese. E’ venuto il tempo della gentilezza della politica. E’ questa la fine della stagione dei veleni e degli anonimi”.
Gruppo consigliare unico?
“Avremo un gruppo consigliare unico del Partito Democratico. Un solo capogruppo che sarà affiancato da due vice. E’ questa una necessità logistica. Ci sarà da coordinare dodici consiglieri. Non è impresa da poco. Una necessità che è emersa anche nel corso del primo consiglio comunale. Gli equivoci, perché di questo si è trattato, li abbiamo dovuto registrare perché è mancata la figura del capogruppo coordinatore. La gran parte dei consiglieri sono alla loro prima esperienza. Ha giocato un ruolo fondante l’emozione, l’inesperienza che hanno ingenerato una serie di errori di valutazione. Rimedieremo fin dalla prossima seduta del consiglio comunale. Amalgamare un gruppo di dodici consiglieri comunali non è una cosa immediata. Con certezza però, posso confermare che sarà questo uno straordinario gruppo dirigente. Abbiamo avuto la fortuna di eleggere un gruppo composito, ma accomunato da un’unica passione: fornire alla città e alla nuova giunta comunale un formidabile contributo di crescita”.


Roberto Palermo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati