PIAZZA ARMERINA – Ecco la versione dei legali di Mattia su 111 casi di voti annullati

 Recita il ricorso Mattia: “E’ accaduto che i vari presidenti delle sezioni elettorali interpretando erroneamente le norme di riferimento, hanno annullato al ricorrente tutta una serie di voti validi ritenendo che le relative schede presentassero segni che potessero costituire segno di riconoscimento e per l’effetto hanno considerato nulli i voti ivi espressi”. In 111 casi è accaduto, cioè, che il voto è stato annullato perchè, recita ancora il ricorso, “la scheda riportava un segno nel rettangolo nel quale era prestampato il nome ed il cognome del ricorrente, ma riportava anche un segno in uno o più simboli relativi alle liste collegate posti sotto”.


Roberto Palermo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati