PIAZZA ARMERINA- CONSEGNA DEI DIPLOMI DI LAUREA AGLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA INFERMIERISTICA

Si svolgerà, martedì  16 dicembre 2008, presso il Teatro Garibaldi di Piazza Armerina, la cerimonia di consegna dei diplomi di laurea agli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica attivo presso il Presidio Ospedaliero “M. Chiello” di Piazza Armerina, quale sede distaccata della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Messina e frutto di una convenzione voluta fortemente dal Direttore Generale dell’Az. USL 4 di Enna,  Dott. Francesco Iudica.


Alla cerimonia sono stati invitati il Vescovo della Diocesi di Piazza Armerina,  il Rettore dell’Università Kore, il Sindaco di Piazza Armerina, il Presidente della Provincia, i componenti della Commissione di Laurea presieduta dal Prof. A. Mallamace, il delegato dell’Università Dott. Sproviero, insieme ai Coordinatori del Corso, Dott.ssa Alaimo e Dott. Bellomo, numerosi dirigenti e funzionari dell’Az. USL 4 di Enna. Il Direttore Generale, Francesco Iudica, si ritiene soddisfatto per la qualità della didattica offerta agli studenti presso la sede armerina e annuncia che  “I Corsi di Laurea, afferenti all’Area Sanitaria, aumenteranno nella Provincia di Enna. A partire dall’anno accademico 2008/2009, infatti,  grazie anche ai posti concessi dal Ministero all’Università Kore di Enna, essi vedranno impegnati, nel primo anno di studio, 135 studenti nel Corso di Laurea in Infermieristica a cui si aggiungeranno ulteriori 25 studenti impegnati nel Corso per Tecnico di Radiologia Medica”.


La cerimonia del 16 dicembre, preceduta dalla proclamazione ufficiale dei neo laureati avvenuta il 21 novembre presso il Policlinico Universitario di Messina, è stata voluta, altre che dallo stesso Iudica, anche dalle istituzioni locali per ribadire il ruolo del nosocomio piazzese non solo come luogo di ricovero e cura, ma anche come luogo di formazione.


I 19 neolaureati già nelle prossime settimane provvederanno alla propria iscrizione presso il relativo albo professionale e quindi potranno confrontarsi con un mercato del lavoro certamente a loro più favorevole rispetto ad altre professioni i cui sbocchi professionali sono ridotti al lumicino; difatti si stima che in Italia, senza contare le offerte di lavoro che piovono da altri Paesi Europei come l’Inghilterra, il bisogno di esercenti la Professione Infermieristica sia di oltre 20.000 unità.


“Ma la professione Infermieristica – spiega il Dott. Bellomo – non è solo una soluzione occupazionale: è anche una scelta di vita imperniata sulla relazione di aiuto. Pertanto, prima di intraprendere questa Professione, è bene che tutti gli aspiranti Infermieri valutino gli aspetti intrinseci che questa attività comporta. I laureati in Infermieristica sono operatori delle professioni sanitarie dell’area Infermieristica che svolgono, con autonomia professionale, attività dirette alla prevenzione, alla cura, e alla salvaguardia della salute individuale e collettiva, utilizzando metodologie di pianificazione per obiettivi dell’assistenza nell’età evolutiva, adulta e geriatrica, in attuazione di quanto previsto nei regolamenti concernenti l’individuazione della figura e nel relativo profilo professionale definito con decreto del Ministro della Salute. I laureati “Infermieri” sono dotati di un’adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici sui quali si focalizza il loro intervento preventivo e/o terapeutico”.


I neo laureati sono: Giuseppa Allia, Valentina Allia, Sabrina Angelico, Francesco Arcerito, Giovanna Baglieri, Katia Cannizzaro, Emilio Dorso Cadente, M.Teresa Galvano, Elisabetta Giardina, Benedetta Grasso, Massimiliano Incarbone, Gaetano Mammana, Lorena Mazzone, Damiano Nasa, Laura Nicastro, Concetta Santo, Maria Santo, Concetta Sardo  e Vincenzo Zucchetto.    

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati