PIAZZA ARMERINA – COMUNICATO STAMPA DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DI FORZA ITALIA

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa

Le ultime dichiarazioni del Segretario Provinciale del M.P.A dr. Giorgio Bruno pubblicate su “LASICILIA “ di sabato 1 dicembre c.a. sul caso Piazza Armerina e sul futuro della Casa della Libertà in provincia di Enna inducono questo Coordinamento Provinciale ad esprimere una seria preoccupazione e a fare , ad alta voce, alcune riflessioni.
Se dovessimo porla come la pone l’amico Giorgio Bruno la questione di Piazza Armerina potrebbe essere raccontata come una rottura senza rimedi e senza ritorni.

Ma conoscendo la moderazione dello stesso, dimostrata in tutte le riunioni dei coordinamenti provinciali ,siamo costretti a dare la colpa alla stampa che ha travisato il suo pensiero.
Questa posizione mal si concilierebbe, infatti,con il pensiero di una vera classe dirigente che dovrebbe pensare solo a come vincere alle prossime elezioni amministrative e come convincere i partiti della Casa delle Libertà a continuare a sostenere le amministrazioni guidate da uomini del M.P.A.

Siamo convinti che quanto riportato dai giornali “inseparabili rotture che si proietteranno in tutti i comuni dove saremo costretti a rivedere le nostre alleanze, sfiduciando ed isolando Forza Italia che è la vera responsabile della disgregazione e della trasversalità “ non corrisponde al pensiero del Presidente Prov.le del M.P.A né tantomeno potrebbe essere quello dei massimi dirigenti regionali come l’On.le Raffaele Lombardo o come l’Assessore agli Enti Locali Paolo Colianni,candidato certo alla Presidenza della Provincia.
La posizione di Forza Italia , lontana anni luce – così come l’M.P.A – da visioni legate all’antipolitica,alle farse, al teatrino , è stata ed è chiara a tutti.

Forza Italia rispetta ed intende rispettare il voto dell’elettorato piazzese che , in occasione delle elezioni amministrative del 2004 , ha inteso premiare il progetto, il programma e la squadra di uomini e donne presentati dal candidato Sindaco dr. Maurizio Prestifilippo in alternativa al candidato del centrosinistra e al candidato di un’altra parte del centrodestra.
Forza Italia in quell’occasione appoggiò con la massima convinzione – rinunziando anche ad una propria candidatura – il progetto presentato da Maurizio Prestifilippo , lista Liberal Sgarbi, e continuerà a sostenerlo oggi così come sostiene ovunque , pur in presenza di notevole diversità di vedute e senza problemi di poltrone , i Sindaci del centrodestra .

La disponibilità al dialogo ed alla collaborazione con gli amici del M.P.A e di tutti i partiti del centrodestra rimane aperta ed è comprovata non solo dalla offerta del Sindaco a far entrare nell’amministrazione ,al di là del numero, uomini del M.P.A ma anche , così come richiesto dal presidente Bruno, a presentare le dimissioni dal C.d.A dell’ATO.
Forza Italia ha avuto modo , nelle diverse riunioni provinciali alle quali hanno partecipato le delegazioni di tutti i partiti ,di confermare il massimo impegno a sostenere l’Amministrazione Prestifilippo che sta ben operando contro ogni suicida tentativo di mozione di sfiducia da parte di un gruppo di consiglieri comunali provenienti da esperienze politiche diverse e sempre disponibili a farne di nuove pur di raggiungere agognate mete quali nomine , incarichi,poltrone , ecc.

Siamo contro la mozione di sfiducia e contro chiunque la proponga non per difendere un Sindaco di Forza Italia ma per difendere il Sindaco della città. La mozione è contro la città , è senza motivazioni,non ha alcun progetto futuro , non è basata su inadempienze programmatiche ma solo sulla sfrenata voglia di poltrone da parte di alcuni. Quale coerenza e quale credibilità può avere chi minaccia di firmare la sfiducia al Sindaco e poi è disponibile al ritiro purchè venga soddisfatto con tre poltrone , con incarichi di direzione , con sottogoverni, ecc ?

Ma non è questa l’antipolitica ? Non è questa la farsa? Non è questo il trasversalismo più becero ?
Una classe politica vera e credibile deve pensare , anzitutto agli interessi della città e non a risolvere le beghe interne.
Se l’M.P.A di Piazza Armerina non condivide l’operato del Sindaco può benissimo decidere di fare opposizione, la più dura opposizione per il bene della città.

Questa scelta non inficia minimamente il percorso, tranne che si voglia deliberatamente avere le “mani libere” ed andare in ordine sparso in tutti gli otto comuni dove si voterà nella primavera del 2008 , alle elezioni per il Presidente della Provincia e nelle amministrazioni dove attualmente vi è una pur sofferta collaborazione?
Lasciamo alla saggezza e al senso di responsabilità della dirigenza del M.P.A la scelta. Noi confidiamo che, alla riunione del “tavolo provinciale” convocato per sabato 15 dicembre alle ore 16, tutti i partiti del centro destra possano con animo sereno e sincero concorrere a creare le condizioni per presentare alle prossime elezioni amministrative un progetto vincente per il Governo della Provincia e per gli altri comuni.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati