PIAZZA ARMERINA. Cammarata sul rischio di chiusura del corso universitario per operatori turistici

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa.


 


“Purtroppo si è verificato quello che  avevamo denunciato  qualche mese fa in consiglio comunale.- dichiara Nino Cammarata esponente de La Destra-AS– Il rischio reale e concreto non è solo rappresentato dalla chiusura da quest’anno delle iscrizioni al corso di laurea della nostra città,ma dalla certezza che la conseguenza più naturale sarà la chiusura nell’arco dei prossimi due anni dell’intero corso in operatori turistici,ramo di Scienze della formazione dell’Università di Catania. Corso di studi  -spiega l’esponente de la Destra-As– che comunque nulla c’entra con la tanto auspicata,e tale resterà ,apertura della facoltà di Scienze del Turismo,ramo della facoltà di economia di Enna ,in quanto  ormai prima del prossimo anno, non potremo sapere  se il ministero autorizzerà l’apertura  della medesima nella nostra città.


 Ci chiediamo come questo sia stato possibile , nonostante il comune abbia sempre puntualmente versato le quote dovute al consorzio ennese, per il mantenimento del corso di laurea in operatori turistici a Piazza Armerina .


Per queste ragioni invitiamo il consiglio comunale e l’amministrazione  ad intervenire nei confronti degli organi preposti, sollecitando forme di garanzia e tutela  al fine di scongiurare la definitiva chiusura dell’università di Piazza Armerina. -La destra-alleanza siciliana –continua Nino Cammarata – porterà la questione in sede provinciale, al fine di  sensibilizzare l’intera classe politica ad affrontare con responsabilità,  una  questione sulla quale silenzi e  colpevoli disattenzioni rischiano ancora una volta di penalizzare l’intero territorio.”

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati