Piazza Armerina – Bilancio: la maggioranza di Miroddi abbandona l’aula e non vota.

La seduta di ieri del Consiglio Comunale ha ancora una volta messo in luce tutte la goffaggine  con la quale si sta amministrando la città di Piazza Armerina. Le contraddizioni sono tali che ieri ai consiglieri della maggioranza che appoggiano Miroddi è stato ordinato di abbandonare l’aula e non votare per l’approvazione del  Bilancio dopo che l’opposizione con 10 voti contrari e uno astenuto aveva bocciato l’emendamento tecnico presentato dall’amministrazione comunale.


Miroddi non ha più la maggioranza ma nonostante questa situazione continua a pretendere dal Consiglio comunale di comportarsi come un mero rettificatore delle sue decisioni.
L’inquilino della Sala delle Luci ha presentato uno schema di  bilancio che, secondo molti addetti ai lavori, era pieno di imprecisioni e lo scopo dell’emendamento tecnico era proprio quello di sanare alcune irregolarità.
Tenendo conto che nella fase preparatoria il sindaco non ha voluto coinvolgere l’opposizione in alcun modo nella redazione del documento contabile non poteva certo aspettarsi di trovare un atteggiamento propositivo al momento del voto.


Il problema è che questa amministrazione gestisce il comune con molta superficialità e il bilancio comunale non è  visto come uno strumento d’azione da condividere con i cittadini ma come un ostacolo burocratico di cui si farebbe volentieri a meno.  Insomma –  sembra dire l’Assessore Giancarlo Giordani che in 57 secondi netti  ha presentato il documento contabile .- c’è questo malloppo di carta da approvare facciamolo subito e non perdiamo tempo. Non sappiamo se i 57 secondi rappresentano un record ma sono già serviti a soprannominare l’assessore al Bilancio “Giancarlo il breve”.


Anche ieri le opposizioni sono tornate a chiedere le dimissioni del sindaco che, in effetti, non solo  ha perso la maggioranza in Consiglio comunale ma anche l’appoggio dei cittadini sempre più infastiditi dall’inerzia e dalla superficialità di questa amministrazione. Mille giorni di Miroddi sono più che sufficienti per questa città. Mille e non più mille!!


Del bilancio si riparlerà stasera in Consiglio Comunale.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati