PERDE PER DUE SOLI PUNTI LA GROTTACALDA DI BARRAVECCHIA CONTRO LA FORTE AUGUSTA DI SIRACUSA

Perde per soli due punti la Grottacalda Ferrara (62-60) contro la comprimaria Augusta. “Una partita giocata per tutti i 4 tempi punto a punto nervosa come doveva essere, forse un po’ troppo per i nostri ragazzi, che non hanno saputo approffittare nel terzo quarto per 5 minuti quando nessuno segnava.” Questo il primo commento del coach Maurizio Barravecchia che continua: “Qualche errore di troppo in fase di realizzazione che non ci consente di portare a casa una vittoria che sarebbe stata importante per l’intero ambiente cestistico.” Alla fine come arriva la beffa come continua a spiegare il coach Barravecchia: “E poi gli ultimi due secondi un tiro dell’avversario da tre ci porta via la giusta vittoria. Proprio così, infatti, fino a due secondi eravamo in vantaggio di un punto dando la possibilita’ agli avversare una soluzione di gioco multipla per la ricerca di un tiro da tre o una soluzione da due, a dir la verita’ l’avversario tira con l’uomo addosso ma trova lo stesso il canestro.” Maurizio Barravecchia comunque non dispera per il proseguo del campionat “La gara è stata ben disputata dai miei ragazzi che non hanno demeritato ci compromette e che hanno giocato fino alla fine. Il plauso va alle oltre trecento persone che hanno applaudito un gruppo che non ha mai mollato giocando una partita con agressivita e voglia di vincere mettendo in seria difficolta i loro ragazzi applaudendo una serie di giocate davvero spetttacolari, anche i dirigenti dell’Augusta alla fine si sono complimentati per la bella partita giocata.” Adesso inizia il girone di ritorno, ultima fase di un campionato che merita attenzioni in campo. “Sabato – conclude Barravecchia – al Palaferraro si gioca alle 18.30 contro il Priolo, oramai tutti verranno per batterci e andremo in trasferta con le squadre che ci vorranno fare la pelle, e quindi toccera’ a noi resistere agli attacchi e meritare in campo la vittoria.”

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati