Papa Francesco ha incontrato il patriarca di Mosca Kirill a L’Avana

Quella di ieri è una data destinata a rimanere nei libri di storia sopratutto per il mondo cristiano. Per la prima volta infatti un Pontefice della chiesa cattolica si è incontrato con il patriarca di Mosca in uno storico faccia a faccia. Per l'occasione Papa Francesco è volato ieri appositamente a Cuba per la sua prima tappa nel continente americano e ieri sera ha incontrato incontrerà nel Paese caraibico il patriarca ortodosso di Mosca e di tutte le Russie, Kirill. 

L'incontro è stato deciso solo all'ultimo momento con Papa Francesco che ha fatto inserire la tappa cubana prima del suo arrivo in Messico solo la scorsa settimana. 

Dopo l'abbraccio e il colloquio, Papa Francesco e il patriarca Kirill hanno firmato una dichiarazione congiunta. Il testo è stato concordato e esaminato anche durante la conversazione riservata. Dopo la firma, i due si sono nuovamente abbracciati. In precedenza, Bergoglio aveva abbracciato Kirill, pronunciando più volte la parola "hermano" (fratello in spagnolo). "Somos hermanos", siamo fratelli, ha ribadito il Pontefice al capo della Chiesa ortodossa russa. 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati