OPERAZIONE DI PREVENZIONE DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI PIAZZA ARMERINA

I Carabinieri del Comando Compagnia di Piazza Armerina nel quadro dei servizi predisposti dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Enna, Ten. Col. Michele Di Martino, al fine di prevenire e reprimere reati in genere con particolare riferimento anche al rispetto delle norme del Codice della Strada, durante tutta la tarda serata e le prime ore della notte tra il 01 ed il 02.08.2008 hanno effettuato un servizio di controllo straordinario coordinato sul territorio, con l’esecuzione di numerosi posti di controllo, perquisizioni domiciliari e ispezioni domiciliari presso tutte le abitazioni dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari ed a particolari limitazioni personali derivanti dall’applicazione della sorveglianza speciale.


Nel corso dell’operazione è finito in manette  Giovanni Stagno che era da qualche giorno destinatario del provvedimento di esecuzione di pena detentiva in carcere essendo stato condannato in via definitiva dalla Corte di Appello di Caltanissetta alla pena di anni cinque di reclusione per una rapina commessa insieme ad altri complici nel 1993 ai danni di un’automobilista lungo l’autostrada Palermo Catania.


In arresto anche il pregiudicato e sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno Salvatore Nicotra di anni 38, di Piazza Armerina. Lo stesso è stato trovato infatti alla guida di un’autovettura sprovvisto di patente di guida perché revocata, in violazione degli obblighi impostegli dall’ A.G. Dopo l’arresto anch’ egli è stato condotto presso la Casa Circondariale di Enna a disposizione del Magistrato di turno.


Ulteriori problemi con la giustizia per un altro pregiudicato di Piazza Armerina;  A.G. di anni 36, molto conosciuto dai militari operanti, il quale, durante un controllo alla circolazione stradale è stato trovato alla guida della sua autovettura in totale stato di ebbrezza, tanto da rifiutarsi di sottoporsi al controllo alcolemico. Una successiva perquisizione personale e veicolare ha consentito ai carabinieri di rinvenire un coltello a serramanico di cui è vietato il porto.


Durante tutta l’operazione sono stati  sottoposti a sequestro tre ciclomotori i cui conducenti o passeggeri minorenni circolavano senza indossare il casco e sono state elevate  19 contravvenzioni al Codice della Strada., molte per il mancato uso delle cinture di sicurezza, velocità sostenuta, mancanza di documenti, guida pericolosa ed altro con la decurtazione di complessivi 35 punti patente.


Complessivamente  sono state controllate  65 persone e 54 autoveicoli nonché  oltre 20 soggetti agli arresti domiciliari. I servizi di controllo del territorio verranno ulteriormente proseguiti nei prossimi giorni al fine di cercare di garantire un adeguato livello di sicurezza a tutti i cittadini, turisti e emigrati che sono presenti su tutto il territorio durante il mese di agosto


 


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati