Migranti’ Venturino: la Sicilia deve assumersi un ruolo di primo piano nelle politiche migratorie

 “La Sicilia deve assumere un ruolo di primo piano nella gestione delle politiche migratorie. Il governatore Rosario Crocetta abbia la forza di interloquire con il governo nazionale e con il ministero dell’Interno per far sì che l’emergenza migranti possa trasformarsi in un’opportunità”. Lo afferma il vice presidente dell’Ars Antonio Venturino (Psi-Pse) che si dice preoccupato e lancia l’allarme per le settimane a venire. “Le cattive condizioni meteo di questi giorni hanno rallentato i flussi migratori – spiega Venturino – ma è certo che con l’arrivo della buona stagione, i viaggi nel Mediterraneo per sbarcare in Sicilia aumenteranno notevolmente. Ritengo che debba mutare l’approccio con chi cerca un futuro in Europa, trasformando i centri di accoglienza per i migranti in centri di orientamento e formazione con l’obiettivo di favorire non soltanto l’ospitalità ma anche una vera integrazione e conoscenza rispetto alle possibilità occupazionali nei vari paesi europei”. “Bisogna utilizzare parte delle somme dei fondi europei – aggiunge Antonio Venturino – per iniziative destinate alla formazione degli stranieri che approdano in Sicilia sulla base di una concertazione europea che individui i settori di occupazione e le professionalità di cui il mercato del lavoro europeo oggi ha più bisogno. Questo potrebbe anche rappresentare una svolta decisiva alla soluzione del problema “formazione” che oggi la Regione si trova ad affrontare”, conclude Venturino.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati