MATRIMONIO CON SORPRESA. LA VICENDA HA TENUTO BANCO PER TUTTA L’ESTATE A PIAZZA ARMERINA

  Tutti ne parlano, ognuno con una propria versione e con particolari scabrosi. E’ stato l’argomento più discusso nei bar per tutta l’estate. Stiamo parlando del matrimonio con finale a sorpresa, degno di occupare uno spazio sulla copertina di un qualunque giornale di gossip. Non si sa chi siano i protagonisti di quella che sembra una pagina tanto drammatica quanto esilarante della vita di questa città, ma questo è uno di quei casi in cui la realtà supera la fantasia (erotica!).
Questi i fatti come ci sono stati raccontati e di cui, ovviamente, non abbiamo potuto appurare la veridicità. Verso la metà di luglio ha luogo  uno dei tanti matrimoni che in quel periodo si celebrano in una delle  tante chiese della città. I genitori di lui, quelli di lei, i testimoni, molti invitati e la coppia che sta per promettersi amore eterno e fedeltà. Tante foto , tanti abbracci e tanto riso bene augurante. Sembra un comune matrimonio, ma pochi all’uscita dalla chiesa immaginano cosa sta per accadere. Dopo i servizi fotografici di rito la coppia si reca in un noto albergo armerino dove , come è consuetudine, ringrazierà tutti gli invitati con un lauto banchetto. I primi ad essere serviti con l’antipasto sono proprio gli sposi che al grido “ba-cio, ba-cio” uniscono le loro labbra, confermando con fervido trasporto la promessa di  amore e fedeltà appena fatta davanti all’altare.


A quel punto , quando sembra che tutto vada per per il meglio e lo sposo nei suoi pensieri assapora già la prima notte di nozze, la sposa si alza e con delicata eleganza dice al marito “caro, mi allontano un momento”. Arrivano i primi piatti, in una coreografia di camerieri che si distribuiscono tra i tavoli come truppe in battaglia. Il caposala , come da tradizione, serve la giovane coppia appena maritata. Lo sposo osserva il piatto fumante della moglie ancora assente e comincia a chiedesi perché mai le donne trovino così attraenti le toilette degli alberghi  tanto da perdere il senso del tempo. “Ma sono donne !!” pensa fra sé e sé. Passa ancora qualche minuto. L’assenza diventa pesante e imbarazzante. Cosa fare ? Uno sguardo d’aiuto gli viene incontro: quello della mamma.
Si sa , le mamme, hanno un sesto senso per i guai dei figli; in queste occasioni si trasformano in un radar acceso che scruta lo spazio circostante senza tralasciare nulla.
La donna che l’ha cresciuto balza in piedi , incrocia ancora una volta lo sguardo smarrito del figlio, volge il capo prima a destra e posi a sinistra visualizzando in pochi attimi ogni tavolo e ogni singolo invitato. Poggia il tovagliolo che tiene in mano e si dirige decisa verso la hall dell’albergo. Un attimo di smarrimento, poi imbocca la direzione delle toilette. Spinge la porta avanti e sporge il capo per scrutare il nuovo ambiente. Ed è qui che ai suoi occhi appare una scena terrificante. La sposa mezza denudata, tra le braccia di un testimone di nozze che la bacia.



Un balzo indietro, un urlo, una corsa sfrenata verso la sala ricevimenti. Entra, afferra il figlio per le spalle e, spingendolo verso la porta d’uscita , gli grida : “Te l’avevo detto che era una zoccola!”. Da qui in poi le notizie sono confuse. Ma si parla di una scazzottata fra inviati, testimoni e genitori così cruenta da costringere il gestore dell’albergo a chiamare i carabinieri. Da quel giorno in città non si parla d’altro e , nonostante le tante voci e i tanti testimoni oculari, nessuno è riuscito a determinare con certezza gli attori di questo matrimonio con finale a sorpresa.
Una vicenda che sembra non essere finita a tarallucci e vino. A proposito di tarallucci , a quanto pare il titolare dell’albergo è ancora in attesa che qualcuno si decida a pagarlo. Questo è quanto siamo riusciti a sapere di tutta la storia…… ma non vi aspettate che sia “fedele”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati