Mafie: Lombardo, nel giorno del ricordo un pensiero per i bambini

Roma, 21 mar. (SICILIAE) – “Non possiamo e non vogliamo dimenticare chi nonostante i chiari pericoli ha lottato contro la violenza mafiosa: un parassita che si nutre di silenzio e indifferenza, oltre che di violenza. Voglio rivolgere un pensiero particolare anche al mondo dei bambini, vittime due volte. E penso per esempio al piccolo Giuseppe Di Matteo, rapito e ucciso quando era appena tredicenne, e a Giuseppe Letizia, il pastorello dodicenne che assistette all’omicidio di Placido Rizzotto e che mori’ in circostanze oscure. I loro coetanei di oggi devono essere educati, quindi, al rigetto della subcultura mafiosa. Per queste ragioni rivolgo il plauso mio e della giunta regionale a chi organizza eventi come la “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime della mafie”.
Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo.
“Per il 23 maggio – ha proseguito Lombardo, ventennale della strage di Capaci, stiamo sostenendo con due progetti l’impegno di Tina Montinaro, vedova di uno degli uomini della scorta di Giovanni Falcone, per mantenere la memoria di quei giorni orribili. Un ‘Parco della Memoria’ che realizzeremo insieme all’Anas in un terreno attiguo al luogo della strage di Capaci e la coproduzione con La7 di un film tv che si intitolera’ con il nome in codice della scorta, Quarto Savona Quindici”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati