LE GUARDIE MEDICHE NON CHIUDERANNO

1/9/2008 –

Un nuovo decreto sarà emanato dall’Assessore regionale alla Sanità, Roberto Lagalla, per regolamentare le Guardie Mediche in Sicilia. Ne scaturirà un completo ripensamento dei criteri di distribuzione dei Presìdi di Continuità assistenziale tra i comuni siciliani. Alla luce di questa svolta, seguita all’attivazione di numerosi comitati di difesa, in tutta l’Isola e dei Sindaci siciliani. il dott. Francesco Judica sta predisponendo una nuova delibera che fa salve le Guardie mediche di Piazza Armerina, di Leonforte, di Nicosia e quella di Pietraperzia. In forse solo una guardia medica ad Enna. Per realizzare consistenti economie si interverrà solo sui doppioni, presenti in numerosi comuni di media entità e sulle guardie mediche turistiche, le cui funzioni saranno delegate ai Presìdi ordinari di continuità assistenziale.
«Diamo atto dell’impegno del dott. Francesco Judica per recepire le istanze della nostra popolazione – ha detto il Sindaco Maurizio Prestifilippo – e dell’impegno per trovare opportune soluzioni che al necessario risparmio possano coniugare l’erogazione di preziosi servizi, ormai irrinunciabili».

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui