LA PRIMA CENTRALE A BIOMASS SARA’ PRESTO UNA REALTA’:

 LA POSA DELLA PRIMA PIETRA, LUNEDI’, 8 FEBBRAIO, ALLA VALLE DEL DITTAINO


L’energia rinnovabile, pulita ed ecologica è targata Enna. La prima centrale a biomassa della Sicilia, che utilizza legno di eucalipto proveniente dalla regione, sarà presto una realtà. Una centrale in grado di illuminare una vasta area, con energia pulita, rinnovabile ed ecologica.
L’8 febbraio prossimo, alle ore 10, nel sito della Valle del Dittaino alla presenza del presidente della Sper, società- progetto costituita allo scopo di realizzare la Centrale, Roberto Poggi e al governatore regionale, Raffaele Lombardo ed ai rappresentanti delle istituzioni locali, regionali e nazionali, si procederà alla posa della prima pietra dello stabilimento. La centrale sarà realizzata e collegata alla Rete Elettrica Nazionale in 25 mesi: 22 mesi per il completamento della progettazione esecutiva, l’acquisto delle apparecchiature e la costruzione, 3 mesi per la “messa a punto” dell’impianto ed i collaudi. Al termine di queste attività la centrale sarà pronta per la produzione industriale di energia elettrica immessa nella rete nazionale.
La progettazione e la realizzazione della Centrale è stata affidata alla IG, Infrastrutture e Gestioni SpA., società di ingegneria con sede legale a Roma, azionista di maggioranza della SPER.
La IG vanta una consolidata esperienza tecnica ed organizzativa nei settori della realizzazione e gestione di impianti industriali ed infrastrutture in Italia e all’’estero, in campo civile e militare, in particolare nell’ambito di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e tradizionali. La biomassa che verrà utilizzata dalla Centrale è, infatti, costituita intermente da cippato di eucalipto provenienti dai boschi di proprietà dell’AFOR, Azienda Regionale Foreste Demaniali delle province di Enna e Caltanissetta.
Tutte le operazioni di taglio, cippatura e trasporto della biomassa saranno eseguite dalla Biomasse Sicilia S.p.A. (BMS) che essendo parte di un contratto con l’ AFOR siciliana per il taglio dei boschi di eucalipto e vantando una buona esperienza sia nel campo agro-forestale che dell’ingegneria forestale, la vedono coinvolta nell’iniziativa come fornitore unico della biomassa alla Centrale.
L’iniziativa si inserisce a pieno titolo nel quadro di sviluppo europeo ed italiano per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel quale è impegnata la Regione Sicilia.
La centralità dell’impianto, che sarà costruito in territorio di Enna,  rispetto ai “siti di taglio” rende possibile la “filiera corta”.
La Centrale SPER è, infatti, la prima, e attualmente l’unica, centrale a biomassa presente in Sicilia, con filiera corta, unico impianto con capacità di produzione pari a circa 20 MWe.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati