La Prefettura ricorda la promulgazione della Costitizione italiana

E’ stata accolta con vivo interesse e grande partecipazione da parte di tutta la comunità della provincia, alla presenza delle massime autorità pubbliche, dei rappresentanti del mondo della scuola e dell’università, dell’associazionismo e del mondo economico, la manifestazione organizzata a Palazzo del Governo dal Prefetto, dott.ssa Giuliana Perrotta, in occasione della ricorrenza della promulgazione della Carta Costituzionale che quest’anno assume una speciale rilevanza per l’approssimarsi della ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità nazionale. Due momenti centrali della nostra storia – ha ricordato il Prefetto – tenuti insieme da una cornice unitaria di motivi ispirativi che orientarono l’esperienza del Risorgimento non solo verso la rivendicazione dell’unità nazionale ma anche verso l’aspirazione al riconoscimento ed alla garanzia dei diritti di libertà tipici del costituzionalismo. Il Risorgimento italiano infatti vide svilupparsi insieme la rivendicazione dell’unità, fondata sull’affermazione dell’esistenza di una Nazione italiana, e la rivendicazione del costituzionalismo, propria del movimento liberale. La due rivendicazioni furono avanzate parallelamente, anche se in certi momenti la seconda dovette essere parzialmente sacrificata alle esigenze della prima. Sta di fatto che, nel 1861, l’unità fu raggiunta mentre solo un secolo dopo l’Italia poté dotarsi di una costituzione pienamente conforme ai principi del costituzionalismo. Dopo aver consegnato le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a cinque cittadini di questa provincia che si sono significativamente distinti per particolari meriti spesi a servizio della comunità, il Prefetto ha illustrato il programma ufficiale delle manifestazioni e degli eventi che nei prossimi mesi coinvolgeranno tutto il territorio in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia, presentando al riguardo una sezione del sito web della Prefettura, allestita specificatamente in vista della ricorrenza. Infine, è stata presentata, con l’autorevole e coinvolgente introduzione del noto giornalista Pietrangelo Buttafuoco, già componente del Comitato dei Garanti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la prima delle iniziative portata compimento ed approvata dalla Unità Tecnica di missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri: la realizzazione di un pregevole calendario, che questa Prefettura ha curato unitamente all’Associazione Amici del Presepe del Comune di Agira, associando quest’anno alle tradizionali rappresentazioni del Presepe, alcune immagini significative del nostro Risorgimento. Un accostamento solo apparentemente forzato – ha detto il Prefetto – che intende sottolineare il fondamento sacrale dell’amor di patria, del sentimento che ci lega profondamente alla terra in cui siamo nati, educandoci all’osservanza ed al rispetto di valori di comunanza, di condivisione, di solidarietà, di fratellanza.  

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati