LA PALLAMANO HAENNA PERDE IN CASA CONTRO IL GAETA NELL’ULTIMA GARA STAGIONALE

Si è conclusa con una sconfitta casalinga la stagione 2009/2010 per la Pallamano Haenna nel campionato di serie A-2 di pallamano maschile. I gialloverdi nell’ultima partita dei play off promozione del girone C di sabato 24 aprile hanno perso per 37 a 31 contro i laziali del Gaeta. Una battuta d’arresto che tra l’altro fa perdere alla formazione ennese la quarta posizione nel girone visto che è stata superata al terzo posto proprio dagli avversari di sabato. Una prestazione quella offerta dai ragazzi del tecnico ennese Mario Gulino ancora una volta in chiaro scuro e che fa così segnare la terza sconfitta consecutiva nelle ultime tre gare di campionato. Nello spogliatoio ennese c’è tanto rammarico per aver buttato al vento tre punti poiché per buona parte dell’incontro gli ennesi sono stati avanti anche di tre reti. Ma ad ogni modo per la società ennese il bilancio stagionale è da ritenersi lo stesso molto positivo e si guarda adesso con molto interesse alle comunicazioni che arriveranno dalla Federpallamano in tema di ripescaggi in vista di una radicale ristrutturazione dei campionati. La Pallamano Haenna infatti sarebbe propensa a dare la propria disponibilità ad un eventuale ripescaggio in serie A-1. L’ultimo atto della stagione, lunedì 26 aprile quando tutto il gruppo di atleti e dirigenti, si ritroveranno al ristorante La Veranda per la cena di fine anno. “La cosa che ci dispiace di più è che abbiamo steccato nell’ultima gara di campionato davanti ai nostri tifosi che anche sabato scorso erano numerosi al palazzetto – ha commentato a fine gara il direttore generale della Pallamano Haenna Luigi Savoca – ma adesso non pensiamoci più. La cosa più importante è che abbiamo chiuso una stagione dove i nostri giovanissimi atleti ci hanno regalato la conquista della salvezza che per la nostra società è un risultato importantissimo. Adesso prendiamoci una pausa e attendiamo le notizie che arriveranno dai vertici federali. Dopodichè decideremo il da farsi. E’ chiaro però che una eventuale decisione nel dare eventualmente la disponibilità ad un ripescaggio, è subordinata ad altri fattori, prima di tutto quello economico. E’ risaputo che la nostra società non naviga certo nell’oro, ma malgrado ciò abbiamo lo stesso assicurato la partecipazione ad un campionato nazionale, grazie soprattutto a tutto il gruppo degli atleti, giovani e non giovani che lo hanno fatto a titolo gratuito e che ringrazio per quanto hanno fatto a nome della società”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati