La ditta di restauro Geraci effettua una prima serie di sopralluoghi su tele comunali da recuperare

Prima ricognizione congiunta tra l’amministrazione comunale e la ditta di restauro Geraci su un vasto ciclo di tele in pessimo stato di conservazione depositate nei magazzini comunali. Due tecnici del recupero conservativo, il restauratore Ernesto Geraci e il figlio, accompagnati dal sindaco Carmelo Nigrelli e dal vice sindaco Teodoro Ribilotta, hanno passato in rassegna alcune decine di opere del XVII e XVIII secolo da decenni in attesa di un recupero. La ditta Geraci, già impegnata in diversi fronti sul territorio armerino, non ultimo di recente alla Casa di Riposo San Giuseppe, in occasione del trasferimento di alcune tele al museo diocesano, e ad alcune opere del santuario di Piazza Vecchia, ha preso nota delle tele presenti, fotografando il materiale e verificando gli interventi da effettuare. Per un primo gruppo di tele sarebbero già sufficienti dai quattro ai sei mesi di restauro. Tutto il materiale recuperato dovrà servire a riempire la pinacoteca comunale ormai in fase di ultimazione nell’ala settentrionale dell’ex convento di Trinità, edificio risalente al XVII secolo, e ristrutturato nell’ambito di “Piazza Armerina, centro storico: i luoghi della cultura”, il progetto di riqualificazione del centro storico approvato dall’ufficio tecnico comunale qualche anno fa.


Roberto Palermo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati