LA CAMERA DI COMMERCIO CHIAMA IL TERRITORIO RISPONDE

E’ toccato al Presidente Liborio Gulino introdurre i lavori dell’incontro voluto dal Consiglio Camerale per approfondire gli effetti che la crisi economica globale produce sul territorio della provincia di Enna.
Alla presenza di una consistente rappresentanza di associazioni di categoria, degli ordini professionali, della provincia regionale, di parlamentari, sindaci ed assessori di diversi comuni si è svolto presso la Camera di Commercio la preannunciata riunione dei soggetti interessati allo sviluppo economico del territorio.


Nel suo intervento introduttivo il Presidente della Camera di Commercio dopo una breve esposizione dei dati della crisi in provincia ha sottolineato, la necessità di mettere in campo le diverse sinergie per combattere la crisi e trovare soluzioni con possibili azioni di sostegno all’economia attraverso interventi mirati.
Occorre, ha detto Gulino, sbloccare i famosi 35 milioni di euro per gli interventi nelle strade e come non sia più possibile il rinvio dell’attivazione delle misure previste per la programmazione comunitaria 2007-2013.
Ha ricordato, a titolo di esempio, come siano oramai urgenti investimenti per il potenziamento dell’area ASI di Dittaino e delle aree artigianali nonché per la immediata realizzazione di altre aree per insediamenti produttivi nei comuni che ancora ne risultano sprovvisti. Come pure non è più rinviabile la costruzione degli altri lotti Nord-Sud. Altrettanto urgenti interventi vanno avviati per ripristinare tutta la viabilità interna della provincia gravemente danneggiata dagli eventi metereologici di questo inverno, che hanno inciso in  maniera pesantissima sull’economia generale del territorio e in particolare sull’agricoltura e sulla zootecnia rendendo in molti casi impossibile o comunque oltremodo difficoltoso l’accesso ai fondi e agli allevamenti.


Un impegno concreto delle Istituzioni locali per rendere cantierabili tutte le opere pubbliche e le manutenzioni già finanziate, nonché l’accelerazione delle procedure per la progettazione e l’approvazione degli strumenti urbanistici. Solo 6 Comuni su 20 hanno il PRG.
Incentivi per l’edilizia, investimenti nelle infrastrutture e nell’innovazione tecnologica, maggiori garanzie di accesso al credito e maggiori investimenti nei consorzi Fidi, sono tutte azioni che possono contribuire a dare sostegno alle imprese e superare la crisi.
Non si tratta di richiedere interventi di assistenza ma di proporre un quadro di investimenti per lo sviluppo del nostro territorio.


    Il Presidente Gulino ha quindi proposto, al di là delle generiche rivendicazioni, la costituzione di un tavolo per l’individuazione di alcune qualificanti iniziative concrete da sottoporre al governo nazionale  unitamente alla richiesta di accompagnare un effettivo processo di rinascita socio economica dell’intera provincia.


 Lo strumento politico-amministrativo individuato dovrebbe essere un protocollo d’intesa tra il tavolo istituzionale da istituire presso la camera  ed il Ministero delle attività Produttive come fase di avvio di un possibile “ accordo di programma”.


Al riguardo il Presidente della Camera di Commercio ha richiamato la disponibilità offerta su questa linea dal Ministro Scajola all’ultima Assemblea Nazionale di Unioncamere.
Precisa Gulino che la proposta della Camera non intende nè sovrapporsi nè ignorare altri momenti di analisi e programmazione attivati presso enti quali la Provincia Regionale. Al contrario intende cooperare apportando un ulteriore contributo alla definizione di obiettivi e programmi unitari e condivisi.


La proposta della Camera di Commercio ha ricevuto unanime consenso dal nutrito dibattito che ha generato.
In particolare sono intervenuti l’On.le Galvagno, il Vice Presidente della Provincia Lantieri, l’assessore provinciale Alessi, il Sindaco di Nicosia Catania, il Presidente di Confindustria Grippaldi, l’assessore del Comune di Enna e Presidente Provinciale della CNA Palma, il Presidente della CIA Costa, il Presidente di Confcooperative Arangio, il commercialista Montesano, il Presidente di UPLA-CLAAI  Beccaria, Segretario Provinciale UIL Mudaro, Segretario Provinciale CGIL Pagliaro.


Concludendo il Presidente Gulino nel ringraziare tutti gli intervenuti per la disponibilità dichiarata a sostenere l’iniziativa proposta preannunzia che nei prossimi giorni attiverà il tavolo con all’ordine del giorno l’individuazione di poche e concrete iniziative da proporre al Ministro Scajola per avviare il percorso ipotizzato.



N.B. : Sul sito camerale verrà pubblicata una sintesi del dibattito.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati