INTERVENTI SOCIO-SANITARI: APPROVATO PIANO DI ZONA DISTRETTO NICOSIA

PALERMO – Approvato il Piano di zona, per il triennio 2010-2012, del Distretto socio-sanitario “D23”, che vede come capofila il Comune di Nicosia, in provincia di Enna. Il via libera è arrivato dall’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e delle Autonomie locali. Il distretto è costituito anche dai Comuni di Troina, Cerami, Gagliano Castelferrato, Capizzi e Sperlinga.  Per i prossimi 3 anni, sono complessivamente disponibili risorse pari a 1,204 milioni di euro. Il Piano di zona costituisce lo strumento fondamentale attraverso il quale i comuni, che fanno parte di ciascuno dei 55 distretti socio-sanitari dell’Isola, d’intesa con le Aziende sanitarie e con il concorso e il coinvolgimento delle parti sociali e di altri soggetti terzi che operano nel settore dei servizi sociali e socio-sanitari, realizzano il sistema integrato di interventi e servizi alla persona.
«Quello approvato – ha spiegato l’assessore Caterina Chinnici – è il secondo Piano in Sicilia relativo alla programmazione 2010-2012, dopo quello di Corleone. Stiamo cercando di recuperare il ritardo accumulato dai vari Distretti, nel definire i rispettivi documenti di programmazione socio-sanitaria. Proprio a tal fine, nella consapevolezza che i piani di zona rappresentano una grande opportunità, per le categorie sociali più deboli e bisognose, dove si è reso indispensabile, abbiamo attivato interventi sostitutivi, da parte dell’assessorato, per accelerarne l’approvazione».
Tre le aree di intervento individuate: misure di contrasto alla povertà (416mila euro), assistenza domiciliare in favore dei soggetti non autosufficienti (305mila) e realizzazione di un centro di aggregazione sociale polivalente (483mila).

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati