INTERNET PADRONA DELL’INFORMAZIONE A PIAZZA ARMERINA. MA METTIAMO I PUNTINI SULLE I

La guerra dei numeri per assicurarsi il primato a Piazza Armerina del sito più visitato sono convinto che interessi poco i nostri lettori, ma dopo la pubblicazione del nostro resoconto sulle visite mensili l’amico Agostino Sella , come è giusto, ha voluto dire la sua pubblicando sul suo blog la statistica delle visite e delle pagine viste.


Sono contento che il suo sito realizzi tante visite, è la dimostrazione del fatto che l’informazione attraverso internet funziona molto di più di quella attraverso i giornali: è una vittoria per chi da sempre ha creduto a questo mezzo.


Però alcune precisazioni occorre farle. Il sistema di conteggio utilizzato nel blog di Sella non è in realtà così preciso. Pur se professionale i limiti del conteggio sono legati al fatto che i dati registrati dipendono da due fattori : il numero IP , che viene assegnato a tutti coloro che si collegano alla rete ma che, nella maggior parte dei casi, varia di volta in volta  e dai famosi “cookies” che , in quel caso hanno una scadenza di alcune ore. Senza entrare nei particolari, ai dati  misurati con quel gestore occorre sottrarre un buon 40% di ingressi per avere un dato reale.


Un indice più attendibile che giustifichi gli ingressi è dato dall’indice di popolarità di un sito: più è popolare, più è visitato. Questa qui sotto è la classifica di tre siti armerini realizzata attraverso il servizio RankingToday.com (ma è possibile utilizzare anche altri servizi reperibili in rete).


 



 


 


Una evidente discrepanza sta poi nel fatto che il blog di Agostino propone tutti gli interventi in un’unica pagina ,mentre i nostri lettori per leggere gli articoli sono costretti ad accedere ad un’altra. Come mai il numero di pagine visitate in quel sito è superiore alle nostre pur essendoci solo una differenza mensile di soli 100 lettori ? Qualcosa evidentemente non quadra.


Senza nulla togliere al lavoro svolto da Agostino e complimentandomi ancora per il suo servizio è chiaro che una certa chiarezza andava fatta.


Una curiosità : fino a qualche giorno fa il nostro sito non era raggiungibile dagl’impiegati comunali (parliamo di decine di computer), mentre quello di Agostino Sella lo è sempre stato.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati