Inizia il programma di cattura e sterilizzazione dei randagi.

Da lunedi , i primi cani randagi, sei per l’esattezza, sono ospitati presso i box siti in c/da Ronza in attesa di essere sterilizzati entro la settimana. L’attività è stata condotta dalle associazioni di protezione animale, affiancate dal comando di Polizia Municipale del Comune.
Grazie ad un protocollo d’intesa fra il Comune di Piazza Armerina e il Servizio Veterinario dell’ASP, in collaborazione con l’Azienda Foreste Demaniali, i cani randagi presenti sul territorio comunale vengono sterilizzati gratuitamente presso c/da Ronza.
Con il protocollo tra ASP e Comune, sottoscritto dall’Assessore alla Sanità Dott. Innocenzo Di Carlo ed il Responsabile del Servizio Igiene degli Allevamenti e produzioni Zootecniche dell’ASP Dott. Giuseppe Barbagallo, si provvederà al controllo sanitario e alla identificazione dei cani catturati e successivamente alla sterilizzazione, quindi a tutte le attività connesse con la degenza post-operatoria. Trascorso il periodo di osservazione e cura, i cani saranno, sentito il parere delle associazioni di volontariato e secondo i dettami della legge 15/2000:


1) Affidati  ad un  richiedente,  a cura delle associazioni;
2) Reimmessi  in libertà;


Qualora non fosse possibile procedere con le due precedenti ipotesi saranno invece Inviati presso  il canile privato con il quale il Comune ha stipulato convenzione.
Il Comune ha provveduto attraverso l’affidamento del servizio alle associazioni di protezione animale, alla selezione, alla cattura e al trasporto dei cani da sterilizzare, quindi al loro mantenimento, dalla cattura fino alla eventuale reimmissione in libertà.
“Si conclude così, dice l’Assessore Di Carlo, la prima fase di interventi previsti per contrastare il fenomeno del randagismo. Da adesso in poi, grazie al ruolo strategico delle associazioni animaliste, saranno previsti interventi mirati e continui di cattura dei cani randagi nel territorio comunale da sottoporre a sterilizzazione. Entro fine mese, conclude l’Assessore Di Carlo, grazie alla collaborazione ed al lavoro dell’ufficio tecnico presenteremo all’Assessorato Sanità Regionale il progetto esecutivo per la realizzazione di un canile nel nostro Comune. Con l’occasione ringrazio l’Azienda Foreste Demaniali, il Servizio Veterinario dell’ASP ed in  particolare il Dott. Barbagallo, per la fattiva ed indispensabile collaborazione”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati