Infermieristica: Un serivizio di autobus tra Enna e Piazza Armerina per gli studenti

Un servizio di pullmann tra Enna e Piazza Armerina dedicato agli studenti di infermieristica che hanno iniziato le lezioni del primo anno nella sede provvisoria di Santa Rosalia nel centro storico della città.È questo il frutto di un accordo tra il Comune di Piazza Armerina e la Sais, società di autolinee ennese leadere regionale nel settore. «Stiamo cercando di offrire agli studenti alcuni servizi per compensare i disagi che derivano dall’avere iniziato l’anno accademico alla fine del primo semestre – spiega il sindaco Carmelo Nigrelli. L’accordo con la Sais, che prevede anche un abbonamento mensile speciale, garantirà fino a giugno, cioè alla fine delle lezioni, un autobus che parte da Enna in tempo perché gli studenti siano al terminal di piazza sen. Marescalchi un quarto d’ora prima delle lezioni e un autobus alle 18.30, mezz’ora dopo la fine delle lezioni. Dal terminal alla sede universitaria gli studenti, per questi mesi, potranno utilizzare gratuitamente l’autobus urbano che garantirà la coincidenza con l’autobus di linea.» In questo secondo semestre i novanta studenti del corso di Infermieristica dovranno fare lezioni dalle 9.00 alle 18.00 per recuperare i mesi perduti. Molti di loro, tra l’altro, avevano già affittato uan casa a Enna o a Enna bassa, convinti che i corsi si tenessero ad Enna. Un altro problema che gli studenti hanno sottolineato è la mancanza di una convenzione con l’Ersu dell’Università di Messina per i pasti. «Il coordinatore del corso prof. Agostino Mallamaci ha verificato se c’è la possibilità di una convenzione con l’Ersu dell’Univeristà di Messina – afferma Nigrelli – ma, purtroppo, tutte le convenzioni sono state stipulate prima dell’inizio dell’anno accademico. È dunque difficile che si possa adesso risolvere il problema. Tuttavia alcuni ristoratori si sono già dichiarati disponibili a preparare dei pasti ad un prezzo speciale per gli studenti, 6 euro. Nei prossimi giorni verificheremo quali e quanti sono questi ristoratori e forniremo l’elenco agli studenti.» Nel frattempo continuano alacremente i lavori di adeguamento delle aule nell’ex convento di S. Anna, sede defiitiva del corso, che, da qui a qualche giorno, accoglierà gli studenti. Intanto è iniziata in città la ricerca delle case da affittare. Gli studenti prediligono per il momento abitazioni nel centro storico, vicino la sede del Corso, ma sono ambite anche le case in prossimità di piazza Boris Giuliano, luogo di ritrovo serale dei giovani

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati