In Mali assalto jihadista a hotel di Bamako: 27 morti

UPDATE 18.50 – Confermati 27 morti – Le autorità di sicurezza del Mali confermano la presenza di 27 morti nell’edificio dell’Hotel Radisson di Bamako a seguito dell’attacco terroristico e del successivo blitz delle forze speciali della polizia maliana. Ta i morti sono conteggiati anche cinque assalitori uccisi dalla polizia. Un funzionario Onu della missione Minusma aveva spiegato di aver visto 12 corpi al piano terra dell’hotel e altri 15 al secondo piano. Tra di loro anche un funzionario belga, Geoffrey Dieudonne, che si trovava in Mali per un convegno.


UPDATE 18.00 – Contrariamente a quanto affermato in precedenza le forze speciali del Mali sarebbero ancora impegnate nell’Hotel Radisson di Bamako. I militari starebbero cercando di individuare alcuni terroristi che si sono rintanati ai piani superiori dell’edificio, ma all’interno dell’albergo noN ci sarebbero più ostaggi. Lo comunicano fonti della sicurezza locale citate dall’agenzia Reuters.


UPDATE 17.35 – L’attacco all’Hotel Radisson di Bamako in Mali si è concluso. Lo assicurano le autorità locali. Gli ostaggi non colpiti sono stati già portati in zone sicure mentre è ancora in corso l’evacuazione dei feriti. Secondo un osservatore Onu della missione Minusma interpellato dai medi locali, sui diversi piani dell’hotel si conterebbero 27 corpi senza vita. Citato a condizione di anonimato, il peacekeeper dell’Onu ha detto di aver visto 12 corpi al piano terra dell’hotel e altri 15 al secondo piano. Ovviamente si tratta di un’informazione da verificare.



UPDATE 16.40 – 18morti, non ci sono più ostaggi. Nell’Hotel Radisson di Bamako in Mali non ci sono più ostaggi in mano agli assalitori, lo comunicano fonti governative locali ai media di stato. Secondo fonti della sicurezza del Mali invece nell’albergo sono stati trovati 18 morti. Tra le vittime ci sarebbe un funzionario belga, Geoffrey Dieudonne, che si trovava in Mali per un convegno. Secondo l’Afp che cita fonti militari maliane, due degli assalitori dell’hotel sono stati uccisi.


UPDATE 15.50 – Gruppo islamico legato ad al-Qaeda rivendica l’assalto. Il gruppo Mourabitoun legato  alla rete del terrore di al-Qaeda avrebbe rivendicato l’assalto armato all’Hotel Radisson a Bamako, in Mali. Lo riporta l’emittente araba Al Jazeera. Il gruppo è già responsabile di un violento assalto armato in un centro commerciale di Sevare, una città a circa 600 chilometri a nord-est della capitale Bamako.


UPDATE 15.40 – Sarebbero stati uccisi tre degli assalitori che facevano parte del commando che stamane ha assaltato l’hotel Radisson a Bamako, in Mali. Lo riferisce la Bbc che cita fonti del ministero della Sicurezza del Mali interpellate dai media locali. Il blitz delle forze di sicurezza all’interno dell’albergo è ancora in corso. Secondo La Cnn, alcuni uomini delle forze speciali Usa stanno assistendo i militari maliani coinvolti nel blitz in corso all’hotel Radisson. “Le forze Usa hanno aiutato a trasferire i civili in luoghi sicuri, mentre le forze maliane liberano l’hotel da uomini armati ostili” avrebbe riferito un portavoce dell’esercito statunitense.


UPDATE 15.30 – Blitz ancora in corso – Diversi spari di arma da fuoco sono stati uditi dall’esterno dell’hotel Radisson di Bamako dove è in corso il blitz delle forze di polizia contro un gruppo di attentatori che ha fatto irruzione stamane. “Le forze di sicurezza maliane stanno ispezionando l’edificio piano per piano, liberando gli ostaggi che sono rinchiusi nelle loro stanze” ha dichiarato una fonte ufficiale. Secondo alcuni testimoni, uomini armati sarebbero saliti sul tetto dell’Hotel  a seguito dell’avanzare delle forze speciali. Secondo la compagnia proprietaria dell’albergo, nell’Hotel Radisson di Bamako ci sarebbero ancora 125 ospiti e 13 dipendenti.


UPDATE 14.20 – “Terroristi parlavano in inglese”.  Uno degli ostaggi liberati dall’hotel Radisson Blu di Bamako ha riferito ai media locali di aver sentito i terroristi parlare tra di loro in inglese. L’uomo liberato è tra gli ostaggi che sono riusciti ad uscire dall’Hotel dopo il blitz delle forze speciali maliane. “Le nostre forze speciali hanno liberato diversi ostaggi e 30 sono riusciti a fuggire da soli” hanno riferito fonti governative locali. Secondo i media le forze speciali sarebbero pronte ad un nuovo blitz nell’albergo dopo sarebbero asserragliati tre o quattro terroristi e non dieci come precedentemente comunicato. Intanto fonti della Difesa italiana assicurano che sono 15 i militari italiani presenti in Mali, nell’ambito di tre diverse missioni internazionali, ma nessuno è rimasto coinvolto nell’attacco terroristico


UPDATE 13.15- Hollande: “Altro attacco barbaro, solidarietà al Mali”. “Ancora una volta i terroristi hanno voluto segnare la loro presenza barbara, in luoghi dove possono uccidere e impressionare” così il Presidente francese Francois Hollande ha commentato l’attacco all’Hotel Radisson di Bamako, aggiungendo: “Dobbiamo dimostrare la nostra solidarietà al Mali, un Paese amico”. Intanto il ministro degli Esteri Francese, Laurent Fabius, ha detto che la Francia farà tutto ciò che necessario per combattere gli assalitori dell’hotel in Mali e che è stata istituita una unità di crisi presso l’ambasciata a Bamako dove tutti i francesi possono trovare assistenza e riparo. Intanto da Parigi è partito un gruppo di teste di cuoio alla volta di Bamako. Si tratterebbe di una quarantina di uomini del Gruppo di Intervento della gendarmeria nazionale (Gign), lo stesso sceso in campo mercoledì a Saint Denis


UPDATE 12.55 – 80 ostaggi liberati – Con un blitz nell’Hotel Radisson di Bamako le forze speciali maliane avrebbero liberato una ottantina di ostaggi non direttamente nel mirino dei teroristi. Lo comunicano media locali citando fonti di polizia del Mali. Tra le persone liberate cinque dei sei ostaggi della Turkish Airlines e 12 dipendenti di Air France. Sul posto numerosi uomini delle forze armate del Paese africano che hanno circondato l’area. L’ONU intanto conferma di aver inviato gli uomini della missione internazionale come rinforzo alle truppe locali per gestire la sicurezza intorno all’hotel e per prestare soccorse alle persone coinvolte. Al contrario invece lo Stato maggiore dell’esercito francese ha smentito che vi sia un proprio contingente di truppe di stanza a Bamako e quindi ha escluso che vi siano propri miliari impegnanti sul posto


UPDATE 12.05 – Tra gli ostaggi ci sarebbero cittadini francesi , cinesi, turchi e belgi. È quanto comunicano i media dei vari Paesi. Tra di loro ci sarebbero membri di Air France e di Turkish Airlines. Secondo un membro del personale citato dai media locali, gli ostaggi si sarebbero barricati nella zona sotterranea dell’albergo utilizzata per lo stoccaggio della merce e quindi più difficili da accedere. Secondo alcuni testimoni,sempre citati dai media locali, l’attacco al Radisson di Bamako è stato fulmineo con i terroristi che hanno sparato a tutte le guardie presenti davanti all’albergo. Alcuni hanno riferito di aver visto le guardie ferite scappare ma al momento non si sa se gli uomini della sicurezza siano solo feriti o siano morti.


 


 


 



 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati