IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE SUL RIENTRO DELLA VENERE DI MORGANTINA

“L’allarme sollevato dalla Confindustria ennese in ordine alla mancanza di professionalità nella gestione dei preparativi per l’annunciato arrivo della Venere di Morgantina è fondato. Non sono infatti funzionali all’obiettivo da raggiungere le tante riunioni estemporanee che vengono promosse una volta dalle Istituzioni locali, un’altra volta dalla Regione e un’altra volta ancora dall’Università. Bisogna, ed in fretta, istituire un tavolo permanente che tracci il percorso metodologico da seguire ed individui lo strumento amministrativo più idoneo per catalizzare risorse progettuali e risorse finanziarie. Ho già proposto il modello della Fondazione di partecipazione, ma se dovesse essere proposto un modello diverso ben venga. L’importante è coordinare gli interventi e coinvolgere tutti gli attori locali che a vario titolo possono dare un contributo alla realizzazione dell’evento. Viceversa, se continua a prevalere la confusione e la mancanza di metodo, si rischierà di far passare infruttuosamente anche questa occasione per sviluppare il nostro territorio”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati