IL DIRETTORE DELL’AUSL , JUDICA, CITTADINO ONORARIO DI PIAZZA ARMERINA?

“Non cambia la linea seguita dal direttore dell’Ausl di Enna, Francesco Judica che , nonostante il suo mandato stia per completarsi, ha disposto la accorpamento del reparto di cardiologia  con l’Umberto I di Enna.”. Questo in sintesi è quanto viene affermato dai consiglieri comunali riunitisi questa mattina all’ospedale armerino per sottolineare la necessità di rivedere il piano di ridimensionamento previsto dal dirigente.


Singolare l’intervento di Carmelo Gagliano che ha proposto , in maniera provocatoria , viste le dichiarazioni d’amore del dirigente Judica, apparse sui giornali nei confronti di Piazza Armerina, di nominarlo cittadino orario della città dei mosaici.


Le ultime proposte di Judica in termini di ridimensionamento dell’ospedale Chiello prevedono, come detto, la chiusura del reparto di cardiologia, nefrologia (ma verrebbe assicurata la dialisi) e di otrinolaringoatria, con lo svuotamento  del sesto piano dell’ospedale da trasformare in “spogliatoi”.


“Continua a  non tenersi conto del volere della città, delle istanze del consiglio comunale e di quelle dell’Amministrazione “ dichiarano i consiglieri che all’unanimità hanno votato l’ennesimo documento di protesta, nel quale affermano la necessità di un confronto che esplori altre possibili strade che permetterebbero  una riduzione dei costi e un contemporaneo rispetto delle esigenze sanitarie della popolazione

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati